Il segreto di palazzo Moresco

Dall’autrice de “Il bosco di Mila“, un nuovo thriller con la capo commissario Vittoria Troisi: Il segreto di palazzo Moresco.

Ginevra Moro non crede ai suoi occhi: sul treno che la porta da Brescia a Milano le sembra di vedersi riflessa in uno di quegli specchi che deformano la realtà; l’immagine che vede passare dall’altra parte del vetro è quella di un’adolescente dall’aspetto selvatico, un’anima alla deriva, una copia di sé stessa priva della ricchezza e dell’eleganza tra le quali è cresciuta.
Le strade di Brescia si preparano intanto ad accogliere il rombo dei motori e lo scintillio delle carrozzerie delle auto d’epoca che partecipano alla Mille Miglia. Durante la cena di gala che precede la corsa e vede riunita tutta la Brescia che conta, la capo commissario Vittoria Troisi conosce Lodovico Moro, il padre di Ginevra: tra scambi di battute e galanterie, il collezionista si lascia andare a confidenze sulla sua vita privata e familiare che lasciano interdetta Vittoria, indecisa se interpretarle come un tentativo di seduzione o una richiesta d’aiuto.
Quando il corpo di Lodovico Moro viene ritrovato senza vita nello studio privato di palazzo Moresco, la magnifica residenza di famiglia che cela alla stessa maniera tesori d’arte e rancori familiari, Vittoria è incaricata delle indagini.
Senza una pista certa e senza il giovane agente del posto Mirko Rota a farle da guida nella realtà locale, Vittoria Troisi si ritrova di nuovo alle prese con le torbide relazioni di una famiglia della ricca provincia bresciana e come sempre tormentata dai fantasmi privati che la riportano per una breve parentesi, ma forse non per caso, nella sua Roma.

L’autrice

Irma Cantoni è nata a Brescia, dove vive tuttora dopo un periodo di quattro anni a Roma. Da oltre vent’anni segue il percorso meditativo della scuola buddhista Karma Kagyu e dal 2006 ha contribuito alla pubblicazione di diversi saggi sulla pratica buddhista e su bioenergetica e naturopatia. Ha esordito nella narrativa con i racconti lunghi La regina degli Stati Uniti(premiato al concorso Penna d’Autore Torino) e Il cartomante, dove compare per la prima volta la commissaria Vittoria Troisi, protagonista delle indagini di Il bosco di Mila.

Titolo: Il segreto di palazzo Moresco
Autrice: Irma Cantoni
Genere: Thriller
Casa editrice: Libro/mania
Pagine: 347
Prezzo ed. cartacea: 9,99€
Prezzo ed. digitale: 4,99€

 


Disponibile dal 19 giugno 2018!


Scopri altre novità in libreria al momento:

Il segreto di palazzo Moresco

Dall'autrice de "Il bosco di Mila", un nuovo thriller con la capo commissario Vittoria Troisi: Il segreto di palazzo Moresco. Ginevra Moro ...
Leggi Tutto

Luna di miele

Amici scrittori tra povertà, sbronze e amori. Ma anche qualcosa di più perché, in Luna di miele, uno dei personaggi ...
Leggi Tutto

Heidi

Con un padre affatto da demenza selettiva, si fa presto a diventare Heidi; se si ha anche un ragazzo è ancora ...
Leggi Tutto

L’unico ricordo di Flora Banks

I ricordi che svaniscono con troppa facilità e quelli di Flora, adesso diciassettenne, si sono fermati a quando di anni ...
Leggi Tutto

Quando mi sei accanto

Tre ragazzi, una passeggiata in montagna e un destino comune per Alex, Chicco e Chiara in Quando mi sei accanto ...
Leggi Tutto

L’amore nella fila 27

Cora ha un impegno: aiutare gli altri a trovare l'amore. Dove? Nella fila 27 di un aereo, con la complicità ...
Leggi Tutto

Il lido

In corso di pubblicazione in 30 paese e già casa letterario, Il lido è «un romanzo gioioso e commovente, un ...
Leggi Tutto

Running wild

Una caduta e un riscatto: vivere nella natura per ritrovare se stessi. Questa è la storia che Markus Torgeby ci racconta ...
Leggi Tutto

Il lavoro del futuro

Opportunità? Merito? Incertezza? Il lavoro del futuro approfondisce l'inchiesta di De Biase sul mondo del lavoro e sul suo futuro con interviste ...
Leggi Tutto

Luna di miele

Amici scrittori tra povertà, sbronze e amori. Ma anche qualcosa di più perché, in Luna di miele, uno dei personaggi principali è ispirato a Raymond Carver.

Ralph Crawford e Jim Stark sono scrittori, ma sono soprattutto amici che condividono sogni di libertà e successo e sbarcano il lunario nella California decadente e modaiola degli anni Settanta. Sopravvivendo a povertà, sbronze colossali, bollette da pagare, assegni scoperti, piatti e insulti che volano, i due passano da un bar all’altro, scappano, si ritrovano, s’innamorano. Ma quello che sembrano fare più volentieri i protagonisti di Lune di miele è tradire: Ralph tradisce la moglie Alice Ann con Lindsay; Jim tradisce Ralph sposandosi con Lindsay e lasciando la prima moglie che a sua volta lo tradiva; anche Alice Ann tradirà Ralph, senza però smettere di amarlo e di aiutarlo. E così via, in un susseguirsi di grandi tragedie e grandi risate, di salvezze e fallimenti, di personaggi che, come in una vecchia canzone country, sono mossi da una voglia fanciullesca di ricominciare, di buttarsi a capofitto in nuove vite, sempre immuni dal catastrofismo degli adulti. Lune di miele è l’esuberante, oltraggiosa, chiassosa, irriverente e gloriosa vicenda di due fuorilegge della letteratura, un’originalissima e spiraliforme miscela di fiction e realtà, il romanzo di una stagione letteraria.
Potete leggere Lune di miele senza sapere che uno dei personaggi principali è ispirato a Raymond Carver; potete leggerlo senza sapere che Chuck Kinder è Grady Tripp, protagonista di Wonder Boys; che ci sono voluti venticinque anni per scriverlo. Qualsiasi cosa voi sappiate, il risultato non cambia: questo romanzo finirà per avvolgervi con la sua straripante energia narrativa e la tenera incoscienza dei suoi personaggi.

L’autore

Charles “Chuck” Kinder nasce in un piccolo paese sperduto del West Virginia l’8 ottobre 1942. Su come sia arrivato dal rurale Mid West a quel crogiolo letterario di scrittori più o meno famosi che era l’Università di Stanford, intorno agli anni Settanta, sembra un mistero anche per lui. In realtà bisogna andare a scavare a monte, proprio nella terra delle tre W: il Wild Wonderful West per capire da dove è scaturita la sua passione per lo story telling. Il merito lui lo attribuisce a due donne. Innanzitutto alla nonna, Daisy Dangerfield. Kinder ricorda i pomeriggi passati accucciato sotto il tavolo della cucina ad ascoltare la nonna e le zie – la sua era una di queste grandi famiglie matriarcali – mentre sgusciavano piselli e raccontavano storie. Leggende familiari, storie di streghe, aneddoti locali su fantasmi che si aggirano nei boschi e lupi che scorrazzano liberi in foreste dove l’uomo non ha mai messo piede. L’altro motivo che lo spinge a volere diventare uno scrittore fu Miss Baxter, la sua insegnante delle elementari. Quando un altro suo compagno vinse un premio per un racconto sul Natale e fu abbracciato dalla bellissima signorina Baxter, Chuck non ci vide dalla gelosia, odiò quel bambino anche se ammalato di leucemia, e giurò che sarebbe diventato uno scrittore per meritarsi l’abbraccio della amatissima insegnante. La strada che lo porterà ad essere un personaggio leggendario nella storia della letteratura americana è piena di deviazioni avventurose. Kinder è un vero ribelle, una volta preso il diploma, dopo aver prima girato una dozzina di college diversi, si imbarca nei lavori più disparati. Minatore in una miniera di carbone, operaio in un’acciaieria, socio dello zio in una distilleria clandestina, giura di essere stato anche un vero e proprio rapinatore… di taxi… La testa a posto sembra metterla con l’arrivo della prima moglie: la reginetta di bellezza di Morgantown, ovvero Miss Golden Bear (da quelle parti le reginette di bellezza hanno questi nomi un po’ naturalistici). Trova lavoro come insegnante nel college della città e sembra essere avviato a una normale vita di provincia; ma sono gli anni delle contestazioni, del fermento culturale, dei figli dei fiori, dell’amore libero: per il ventitreenne Chuck il richiamo è troppo forte, molla moglie e lavoro e va a stare in una comune a San Francisco. Ma buon sangue non mente, le sue origini di buon westvirginiano allevato a bistecche hanno la meglio sui centrifugati di carota della comunità hippie e anche questa volta si rimette in cammino. Ottiene un posto come insegnante all’Università di Stanford ed è lì che inizia tutto. Raymond Carver, che diventerà il suo migliore amico, Scott Turow, Tobias Wolff sono solo alcuni dei personaggi con cui formerà una specie di circolo letterario ante litteram: non si discute di decostruzionismo o di poststrutturalismo, ma si inventano storie, di continuo, tutta la notte, si sta raccolti intorno a un tavolino e man mano che le cicche aumentano e le lattine di birra si svuotano, le storie crescono e si allargano. Kinder pubblica il suo primo romanzo, Snakehunter, che ha un grande successo di pubblico e di critica, mentre l’altro, The Silver Ghost, non sembra ottenere lo stesso consenso. Intanto Ray Carver diventa Raymond Carver, e altri scrittori della cerchia pubblicano romanzi e diventano famosi. Kinder continua a insegnare e intanto per gioco si mette a scrivere la storia della sua amicizia con Carver. Siamo ai primi anni Ottanta, Kinder sembra già impelagato nel suo romanzo; nell’88 Raymond Carver muore e il suo amico Chuck smette di scrivere per cinque anni. La pausa viene interrotta grazie alle continue richieste dei suoi amici, primo fra tutti Scott Turow, che prende in consegna il manoscritto e si improvvisa agente dello scrittore, il resto è storia, come direbbe qualcuno. Honeymooners. A cautionary tale, vede finalmente la luce nel 2001. Attualmente Chuck Kinder insegna scrittura creativa all’Università di Pittsburgh e continuerà a farlo, nonostante il libro e il successo, perché queste lezioni sono la sua fonte di energia e ispirazione. «Traggo più energia io da loro che non loro da me. Quando esco dai seminari, specialmente quelli buoni, sono esaltatissimo: volo alto come un aquilone!», racconta Chuck. Ma non crediate che il vecchio Kinder si sia dato una calmata con l’avanzare dell’età: questo bad boy della letteratura americana ha ancora portacenere pieni e lattine vuote sul tavolino del salotto, la sua casa continua ad essere aperta a tutti, a qualsiasi ora del giorno o della notte. Nel salotto di casa sua fanno le prove i Deliberate Strangers, la sua band, che fa «un misto tra country alternativo, vecchia mountain music e rock-a-billy con un tocco di punk campagnolo che non guasta mai». Jon, che vive al piano di sopra, è un ex-alunno di Kinder e sta scrivendo un libro dal titolo Batteristi morti. Certo non sarebbe male vederli in tournée proprio qui in Italia: Chuck Kinder & The Deliberate Strangers! Speriamo che questo ragazzaccio non metta mai la testa a posto!

Titolo: Luna di miele
Autore: Chuck Kinder
Genere: Romanzo
Casa editrice: Fazi
Pagine: 430
Prezzo ed. cartacea: 17,50€
Prezzo ed. digitale: 10,99€
Trad. di: Giovanna Scocchera


Disponibile dal 14 giugno 2018!


Scopri altre novità in libreria al momento:

Il segreto di palazzo Moresco

Dall'autrice de "Il bosco di Mila", un nuovo thriller con la capo commissario Vittoria Troisi: Il segreto di palazzo Moresco. Ginevra Moro ...
Leggi Tutto

Luna di miele

Amici scrittori tra povertà, sbronze e amori. Ma anche qualcosa di più perché, in Luna di miele, uno dei personaggi ...
Leggi Tutto

Heidi

Con un padre affatto da demenza selettiva, si fa presto a diventare Heidi; se si ha anche un ragazzo è ancora ...
Leggi Tutto

L’unico ricordo di Flora Banks

I ricordi che svaniscono con troppa facilità e quelli di Flora, adesso diciassettenne, si sono fermati a quando di anni ...
Leggi Tutto

Quando mi sei accanto

Tre ragazzi, una passeggiata in montagna e un destino comune per Alex, Chicco e Chiara in Quando mi sei accanto ...
Leggi Tutto

L’amore nella fila 27

Cora ha un impegno: aiutare gli altri a trovare l'amore. Dove? Nella fila 27 di un aereo, con la complicità ...
Leggi Tutto

Il lido

In corso di pubblicazione in 30 paese e già casa letterario, Il lido è «un romanzo gioioso e commovente, un ...
Leggi Tutto

Running wild

Una caduta e un riscatto: vivere nella natura per ritrovare se stessi. Questa è la storia che Markus Torgeby ci racconta ...
Leggi Tutto

Il lavoro del futuro

Opportunità? Merito? Incertezza? Il lavoro del futuro approfondisce l'inchiesta di De Biase sul mondo del lavoro e sul suo futuro con interviste ...
Leggi Tutto

Heidi

Con un padre affatto da demenza selettiva, si fa presto a diventare Heidi; se si ha anche un ragazzo è ancora più semplice per lui diventare Peter. Questa è la storia di Chiara, del suo lavoro, della sua vita e della difficile convivenza con un genitore malato. 

Hotel da incubo, Malattie imbarazzanti, Non sapevo di essere incinta e Sepolti in casa non bastano. Ormai la tv chiede sempre nuovi format, sempre più paradossali, sempre più surreali. Succede anche in Videogramma, un’azienda di contenuti in cui da anni lavora Chiara, trentacinquenne milanese, direttrice casting, single, irrisolta, piena di paure e ossessioni. Il nuovo capo, detto lo Yeti, chiamato anche per operare dei tagli, costringerà tutti i dipendenti a proporre format innovativi, pena il licenziamento immediato. Ma la situazione per Chiara si complica quando suo padre, Massimo Lombroso, un vecchio critico letterario del «Corriere della Sera» malato di demenza selettiva, viene cacciato dall’ospizio in cui è ricoverato perché ormai ingestibile. In attesa di trovare una nuova sistemazione, Chiara lo terrà in casa con sé. La convivenza però non sarà facile: lui la scambia da sempre per Heidi, il cartone animato che seguivano insieme quando lei era piccola. Tutto il suo mondo è popolato di caprette, monti e Peter. E Peter verrà ribattezzato anche il ragazzo trovato da Chiara per stare col padre quando lei è al lavoro, un giovane premuroso e preparatissimo che si prenderà cura dell’uomo fino a diventare insostituibile. Quando Chiara si troverà in difficoltà alla Videogramma, per le pressanti e impossibili richieste dello Yeti, sarà proprio questa sua nuova strampalata famiglia a darle una mano e, come per magia, tutto si risolverà per il meglio, non senza inaspettati e imprevedibili sviluppi.

L’autore

Francesco Muzzopappa (Premio Massimo Troisi 2017 con il romanzo Dente per dente), è uno tra i più conosciuti e apprezzati copywriter italiani. Per la categoria in cui eccelle, le pubblicità radiofoniche, ha vinto numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero. Sempre con Fazi Editore ha pubblicato nel 2013 Una posizione scomoda e nel 2014 Affari di famiglia. Tutti i libri sono stati tradotti in Francia dall’editore Autrement riscuotendo un grande successo di critica e di pubblico. Heidi è il suo quarto romanzo.

Sui libri dell’autore hanno detto

«Un libro veramente bello, intelligente, ironico, divertente.
Uno dei pochi libri che ho letto due volte.»
Alessandra Tedesco, Radio24

«Dente per dente è un treno ad alta velocità, 
un meccanismo narrativo con tempi comici perfetti.»
Francesco Musolino, Il Fatto Quotidiano

«Affari di famiglia è una piccola tempesta di saette divertenti,
battute gustose, scene da umorismo inglese che raramente
punteggiano la nostra letteratura. Nel taglio algido e corrosivo dell’ambientazione
c’è molto P.G. Wodehouse mentre l’umorismo colto e raffinato
ricorda Evelyn Waugh. Di certo, qui si ride molto.»
Roberta Scorranese, Corriere della Sera

«La seriosità è spesso una pecca delle opere letterarie italiane.
Niente di tutto ciò in questo romanzo esilarante. 
E poiché non c’è humour che non si appoggi alla verità,
non è errato ritenere che questa favola
dica qualcosa anche dell’aria cupa di questi tempi.»
Olivier Mony, Le Figaro

Titolo: Heidi
Autore: Francesco Muzzopappa
Genere: Romanzo
Casa editrice: Fazi
Pagine: 238
Prezzo ed. cartacea: 15,00€
Prezzo ed. digitale: 6,99€


Disponibile dal 14 giugno 2018!


Scopri altre novità in libreria al momento:

Il segreto di palazzo Moresco

Dall'autrice de "Il bosco di Mila", un nuovo thriller con la capo commissario Vittoria Troisi: Il segreto di palazzo Moresco. Ginevra Moro ...
Leggi Tutto

Luna di miele

Amici scrittori tra povertà, sbronze e amori. Ma anche qualcosa di più perché, in Luna di miele, uno dei personaggi ...
Leggi Tutto

Heidi

Con un padre affatto da demenza selettiva, si fa presto a diventare Heidi; se si ha anche un ragazzo è ancora ...
Leggi Tutto

L’unico ricordo di Flora Banks

I ricordi che svaniscono con troppa facilità e quelli di Flora, adesso diciassettenne, si sono fermati a quando di anni ...
Leggi Tutto

Quando mi sei accanto

Tre ragazzi, una passeggiata in montagna e un destino comune per Alex, Chicco e Chiara in Quando mi sei accanto ...
Leggi Tutto

L’amore nella fila 27

Cora ha un impegno: aiutare gli altri a trovare l'amore. Dove? Nella fila 27 di un aereo, con la complicità ...
Leggi Tutto

Il lido

In corso di pubblicazione in 30 paese e già casa letterario, Il lido è «un romanzo gioioso e commovente, un ...
Leggi Tutto

Running wild

Una caduta e un riscatto: vivere nella natura per ritrovare se stessi. Questa è la storia che Markus Torgeby ci racconta ...
Leggi Tutto

Il lavoro del futuro

Opportunità? Merito? Incertezza? Il lavoro del futuro approfondisce l'inchiesta di De Biase sul mondo del lavoro e sul suo futuro con interviste ...
Leggi Tutto

L’unico ricordo di Flora Banks

I ricordi che svaniscono con troppa facilità e quelli di Flora, adesso diciassettenne, si sono fermati a quando di anni ne aveva solo dieci. Tutto sfuma, nonostante i quaderni e post-it su cui appunta i suoi ricordi, tranne un bacio sulla spiaggia. Questa è la storia dell’unico ricordo di Flora Banks.

«Sono in cima a un’altura e so di aver fatto una cosa terribile,
ma non ho idea di cosa. Un minuto o un’ora fa lo sapevo,
ma il ricordo mi si è cancellato dalla mente
prima che avessi il tempo di scrivermelo, e ormai l’ho perso.
So che non devo farmi trovare,
ma non so da cosa mi sto nascondendo».

Tutti ricordano per sempre il primo bacio. Flora non ricorda nient’altro.

Flora Banks, diciassette anni, non ha la memoria a breve termine. I suoi ricordi si sono fermati a quando aveva dieci anni: da allora, dopo che una malattia le ha colpito il cervello, deve continuamente fissare i momenti che vive, scrivendoli su un quaderno, su post-it, oppure direttamente sulle mani e sulle braccia. Quello che sa di sé è che mamma e papà le vogliono bene, così come Jacob, il suo adorato fratello maggiore, e che Paige è la sua migliore amica, quella che si prende cura di lei nel difficile mondo esterno. Ma una sera, durante una festa, Drake, il ragazzo di Paige, la bacia sulla spiaggia e stranamente questo ricordo non svanisce come gli altri. Flora ricorda il bacio, ricorda le parole di Drake, ricorda ogni singolo istante di quell’episodio. Possibile che Drake sia l’artefice del miracolo? Peccato però che il ragazzo sia partito per studiare in Norvegia… Flora non ha dubbi: deve raggiungerlo, solo così potrà capire veramente chi è e cominciare a vivere davvero. Ma come può fidarsi degli altri se non può fidarsi nemmeno di se stessa? La sensibilità di John Green si unisce al fascino misterioso di un thriller, in un romanzo di segreti e bugie, amore e perdita, con una protagonista fragile e coraggiosa, alla ricerca di un passato senza il quale non può conoscere la verità su se stessa.

L’autrice

Emily Barr ha lavorato come giornalista a Londra, ma il suo desiderio più profondo è sempre stato quello di stare in una stanza tranquilla a scrivere un libro. Così è partita per un lungo viaggio ed è tornata con un’idea per il suo primo romanzo. Da allora ne ha scritti più di una decina, ma questo è il suo esordio nella letteratura per giovani adulti: acclamato dalla critica e dal pubblico, è in corso di traduzione in più di 25 Paesi.

 

Hanno detto di questo romanzo

«Una storia dalle atmosfere misteriose,
un romanzo che colpisce dritto al cuore.»
The Guardian

«Un’odissea coinvolgente,
un mystery scritto splendidamente
e con grande umanità.»
Booklist

«Intelligente e originale, con un’eroina unica nel suo genere
e una piacevole storia d’amore.
Il miglior debutto Young Adult del 2017.»
The Sun

«Il romanzo che segna il debutto nella narrativa per ragazzi
di Emily Barr vi terrà incollati alle pagine dall’inizio alla fine.»
Entertainment

«Un romanzo straordinariamente originale e commovente,
una storia di segreti e bugie, amore e perdita che si preannuncia essere
dolorosa e piena di vita allo stesso tempo…
Un romanzo coraggioso tanto quanto la sua protagonista Flora.»
Daily Mail

«Magnetico, appassionante, toccante.
L’unico ricordo di Flora Banks è indimenticabile.
Uno dei migliori romanzi che abbia mai letto.»
Jennifer Niven,
autrice di Raccontami di un giorno perfetto

Titolo: L’unico ricordo di Flora Banks
Autrice: Emily Barr
Genere: Young Adult
Casa editrice: Salani
Pagine: 299
Prezzo ed. cartacea: 15,90€


Disponibile dal 24 maggio 2018!


Scopri altre novità in libreria al momento:

Il segreto di palazzo Moresco

Dall'autrice de "Il bosco di Mila", un nuovo thriller con la capo commissario Vittoria Troisi: Il segreto di palazzo Moresco. Ginevra Moro ...
Leggi Tutto

Luna di miele

Amici scrittori tra povertà, sbronze e amori. Ma anche qualcosa di più perché, in Luna di miele, uno dei personaggi ...
Leggi Tutto

Heidi

Con un padre affatto da demenza selettiva, si fa presto a diventare Heidi; se si ha anche un ragazzo è ancora ...
Leggi Tutto

L’unico ricordo di Flora Banks

I ricordi che svaniscono con troppa facilità e quelli di Flora, adesso diciassettenne, si sono fermati a quando di anni ...
Leggi Tutto

Quando mi sei accanto

Tre ragazzi, una passeggiata in montagna e un destino comune per Alex, Chicco e Chiara in Quando mi sei accanto ...
Leggi Tutto

L’amore nella fila 27

Cora ha un impegno: aiutare gli altri a trovare l'amore. Dove? Nella fila 27 di un aereo, con la complicità ...
Leggi Tutto

Il lido

In corso di pubblicazione in 30 paese e già casa letterario, Il lido è «un romanzo gioioso e commovente, un ...
Leggi Tutto

Running wild

Una caduta e un riscatto: vivere nella natura per ritrovare se stessi. Questa è la storia che Markus Torgeby ci racconta ...
Leggi Tutto

Il lavoro del futuro

Opportunità? Merito? Incertezza? Il lavoro del futuro approfondisce l'inchiesta di De Biase sul mondo del lavoro e sul suo futuro con interviste ...
Leggi Tutto

Quando mi sei accanto

Tre ragazzi, una passeggiata in montagna e un destino comune per Alex, Chicco e Chiara in Quando mi sei accanto.

Abbiamo tutti un lato oscuro e selvaggio, qualcosa che sentiamo dentro di noi eppure ci sfugge. Solo affrontandolo, si può veramente crescere. Alex, che ha vent’anni e una passione enorme per la montagna, quel lato oscuro ha deciso di usarlo, recitando la parte del giovane ribelle; non a caso è un dio per le ragazze, soprattutto in jeans e canottiera. Chicco invece lo ha nascosto sotto i modi gentili e la corazza da bel cavaliere; ma se lo chiedete ad Alex, vi dirà che è soltanto un signorino di città. Chiara ha qualche anno meno di loro e già una natura indomabile che la fa bruciare come una fiamma; impulsiva e sognatrice, ha voglia di divorare la vita ma non sa ancora come farlo, né forse lo capirà mai. Nel dubbio, cerca di tenere i piedi per terra, con scarsi risultati. I tre si trovano quasi per caso a fare una passeggiata sulle montagne della Valle d’Aosta, in uno di quei pomeriggi d’estate che sembrano uguali a tanti ma sono destinati a cambiarti la vita. Per trent’anni i destini di Alex, Chicco e Chiara si incroceranno, portandoli ora vicini ora lontani, con un’unica certezza: una parte di ciascuno esiste solo in presenza degli altri, e a loro apparterrà per sempre. Questo romanzo è la storia di un amore inseguito a lungo, pericoloso e imprevedibile come le vette alpine che le fanno da sfondo. Un legame viscerale, in bilico tra rabbia e tenerezza, tra desiderio e incomprensione, che assume tante forme quante sono le stagioni della vita.

L’autrice

Olivia Crosio vive a Milano, dove lavora come traduttrice (tra gli altri, del Diario di Bridget Jones e di autrici come Fannie Flagg, Cecelia Ahern, Anne Fine). Ha scritto diversi libri per ragazzi; il suo ultimo romanzo è La felicità non fa rumore (Giunti 2015). È anche maestra di sci e ultra-runner.

Titolo: Quando mi sei accanto
Autrice: Olivia Crosio
Genere: Romanzo
Casa editrice: DeA Planeta
Pagine: 320
Prezzo ed. cartacea: 15,00€
Prezzo ed. digitale: 7,99€


Disponibile dal 12 giugno 2018!


Scopri altre novità in libreria al momento:

Il segreto di palazzo Moresco

Dall'autrice de "Il bosco di Mila", un nuovo thriller con la capo commissario Vittoria Troisi: Il segreto di palazzo Moresco. Ginevra Moro ...
Leggi Tutto

Luna di miele

Amici scrittori tra povertà, sbronze e amori. Ma anche qualcosa di più perché, in Luna di miele, uno dei personaggi ...
Leggi Tutto

Heidi

Con un padre affatto da demenza selettiva, si fa presto a diventare Heidi; se si ha anche un ragazzo è ancora ...
Leggi Tutto

L’unico ricordo di Flora Banks

I ricordi che svaniscono con troppa facilità e quelli di Flora, adesso diciassettenne, si sono fermati a quando di anni ...
Leggi Tutto

Quando mi sei accanto

Tre ragazzi, una passeggiata in montagna e un destino comune per Alex, Chicco e Chiara in Quando mi sei accanto ...
Leggi Tutto

L’amore nella fila 27

Cora ha un impegno: aiutare gli altri a trovare l'amore. Dove? Nella fila 27 di un aereo, con la complicità ...
Leggi Tutto

Il lido

In corso di pubblicazione in 30 paese e già casa letterario, Il lido è «un romanzo gioioso e commovente, un ...
Leggi Tutto

Running wild

Una caduta e un riscatto: vivere nella natura per ritrovare se stessi. Questa è la storia che Markus Torgeby ci racconta ...
Leggi Tutto

Il lavoro del futuro

Opportunità? Merito? Incertezza? Il lavoro del futuro approfondisce l'inchiesta di De Biase sul mondo del lavoro e sul suo futuro con interviste ...
Leggi Tutto