10 fatti che fanno di te un book addicted

book addicted


Si sa: leggere è una passione meravigliosa. Ma, diciamocelo, alla fine noi lettori tendiamo ad assumere degli strani comportamenti: un po’ perché vorremmo che tutti condividessero il nostro amore per i libri; un po’, perché essere lettori diventa quasi una deformazione professionale.

Quante volte ci siamo incaponiti a inseguire un amico/parente/conoscente con un libro in mano per convincerlo a leggere? E quante volte ci siamo sentiti fieri quando qualcuno, dopo aver accettato un consiglio su di una lettura, è tornato per ringraziare? Quante volte abbiamo sniffato le pagine dei libri (ok, questa è storia già vecchia)?

Una cura a questa “malattia” esiste? Oppure dobbiamo solo aspettare di toccare il punto di non ritorno?

Non saprei…

Ma ti dirò francamente: sono dipendente dai libri e ne vado fiera!

10 fatti che fanno di te un book addicted

 

1. Cerchi di indirizzare amici/parenti/conoscenti sulla strada dei “buoni libri”, suggerendogli letture e assumendo il ruolo di “amico/a libraio/a”, alle volte un po’ assillante!


2. Camera tua:


3. Quando (e se) presti libri, ti premuri di ricordare sempre quanto segue al fortunato amico/parente/conoscente a cui decidi di affidare un tuo libro:

Mi raccomando: non aprire troppo il libro, che poi si sforma, niente orecchi alla pagine, niente cibi e bevande, non toccare la sovraccoperta quando leggi e soprattutto non usarla come segnalibro… anzi, leviamola direttamente che è meglio!


4. Ogni tanto (anche se: non pubblicizziamolo troppo) ti fermi incantato/a – e con vibrante soddisfazione – a osservare la collezione di libri sugli scaffali della tua libreria:

spongebob eager face


5. Dopo che hai acquistato un libro:


6. Dopo aver riscosso la paghetta/stipendio o aver ricevuto un regalo in denaro, il tuo primo pensiero su come spendere quella somma (o una parte di essa) è: “LIBRO!!

dug-libro


7. Quando sei così rapito/a da una lettura che quasi dimentichi di mangiare!


8. La tua valigia quando vai in vacanza!

book addicted 7


9. Se in libreria/biblioteca, vedendo la scaletta per raggiungere gli scaffali più alti, hai pensato almeno una volta di fare questo:


10. Quando ricevi in regalo un libro:

Quiz: Ad ogni citazione il suo libro

quiz libriIspirandomi ad un articolo di Barnes & Noble Reads, quest’oggi vorrei proporti un quiz sui libri. Una specie di gioco, tipo quelli che si trovano anche sulla Settimana Enigmista: abbinare alla citazione il libro da cui è tratta.
Nella prima parte dell’articolo, troverai le citazioni tratte da grandi classici; nella seconda, invece, saranno elencati i libri a cui ricollegare una delle precedenti frasi.

I libri sono tratti da una delle tantissime listopie di Goodreads (in particolare, quella che raccoglie I Migliori libri in assoluto).

Non sarà niente di complicato, ma pubblicherò comunque gli abbinamenti corretti.

Cominciamo!

℘ Le citazioni ℘

1. «Ma è una fortuna» pensava «che mi manchi qualcosa. Se tutto fosse perfetto, la delusione sarebbe assicurata».

2. Rialzò il capo con espressione di sovrana autorità, quell’espressione tanto più spaventosa quanto più in basso è collocato il potere e che, selvaggia nella bestia feroce, è atroce nell’uomo dappoco.

3. Il corpo pecca, ma una volta che ha peccato ha superato la sua colpa perché l’azione è una forma di purificazione: nulla più rimane se non il ricordo di un piacere o la voluttà di un rimpianto. L’unico modo per liberarsi di una tentazione è di abbandonarvisi.

4. Gli apparvero ora in una specie di voragine, appena visibile in basso, sotto ai suoi piedi, tutto quel passato e i pensieri di una volta, i problemi e gli argomenti e le impressioni di un tempo, e tutto quel panorama, e lui stesso, e tutto, tutto… Gli sembrava di volar via in alto, chissà dove, e che tutto dileguasse ai suoi piedi…

5. Ho sognato nella mia vita, sogni che son rimasti sempre con me, e che hanno cambiato le mie idee; son passati attraverso il tempo e attraverso di me, come il vino attraverso l’acqua, ed hanno alterato il colore della mia mente.

6. L’amore è cieco, e il buio gli si addice.

7. Fui sposato una volta… sembrano secoli ormai. Ella morì: fu fortunata; da allora, la mia esistenza è poco più che miserevole.

8. Mi portavo sempre nel letto la bambola; gli esseri umani hanno bisogno di amare qualcosa e, in mancanza di un oggetto più degno di tenerezza, mi studiavo di provare piacere amando e vezzeggiando un piccolo idolo sbiadito, malridotto come uno spaventapasseri.

9. Solo, il povero negretto in un bosco se ne andò: ad un pino si impiccò, e nessuno ne restò.

10. Al futuro o al passato, a un tempo in cui il pensiero è libero, quando gli uomini sono differenti l’uno dall’altro e non vivono soli… a un tempo in cui esiste la verità e quel che è fatto non può essere disfatto.

℘ I libri da abbinare alle citazioni ℘

a. Dieci piccoli indiani, Agatha Christie

b. Delitto e Castigo, Fëdor Dostoevskij

c. Romeo e Giulietta, William Shakespeare

d. Jane Eyre, Charlotte Brontë

e. Dracula, Bram Stoker

f. I Miserabili, Victor Hugo

g. 1984, George Orwell

h. Orgoglio e Pregiudizio, Jane Austen

i. Il ritratto di Dorian Grey, Oscar Wilde

l. Cime Tempestose, Emily Brontë

◊ ◊ ◊

Aggiornamento 04/05/2015. LE SOLUZIONI

Abbi pazienza. È il primo blog che apro e gestisco (o almeno ci provo =p) e non avevo pensato che esiste un modo molto semplice per permetterti di provare il quiz e scoprire subito le soluzioni: la tendina dello spoiler! ^^

Quindi, ecco le soluzioni al quiz precedente:

Le soluzioni del quiz - 10 citazioni per 10 libri

1h
2f
3i
4b
5l
6c
7e
8d
9a
10g

[collapse]

5 fatti che irritano un lettore…

In questi giorni, mi sono accadute, in qualità di lettrice accanita nonché divoratrice (leggi qui), alcune spiacevoli circostanze. Nulla di grave, eh, ma mi hanno dato da pensare: quali sono i fatti che più possono irritare un calmo e tranquillo lettore fino a renderlo una specie di Godzilla?
Questo è quello che è venuto fuori: i 5 fatti che irritano un lettore.
Quasi inconsapevolmente, ho disposto i 5 fatti secondo un mio ordine crescente di odio profondo e irritazione.

5 fatti che irritano un lettore

5 fatti che irritano un lettore

1. Lo strappo!

5 fatti che irritano un lettore - pagina strappata

Hai appena comprato un libro nuovo. Lo hai pagato e lo hai portato a casa con te. Magari lo hai anche già sistemato sullo scaffale, in attesa che venga letto. È bellissimo e profumoso. Lo prendi, lo rigiri entusiasta tra le mani, ma… Dannazione! Una pagina è strappata!


2. Prima di tutto… il libro!

La gente che parla del film o della serie tv senza sapere che, agli albori di tutto, c’era un meraviglioso libro e, nel momento in cui glielo fai notare, se ne esce con un: «Ormai ho visto il film… Stessa roba!».


3. Quei momenti in cui…

5 fatti che irritano un lettore - lettura interrotta

… «Oh, stai leggendo? …Scusa, non volevo disturbarti. Ti dico solo una cosa veloce…», «E poi volevo dirti anche…», «Ti ricordi quella cosa che…», «Già, scusa, stai leggendo…», … «Ma domani…?»
ARRRGHHH!!


4. Lo spoiler

5 fatti che irritare un lettore - lo spoiler

Qui non c’è bisogno di aggiungere altro. Non solo per i libri, ma per qualunque argomento o interesse lo spoiler è qualcosa di malvagio e devastante!


 5. L’imprevisto

5 fatti che irritano un lettore - libro bagnato

Dopo lo spoiler c’è davvero poco che possa superarne i livelli di irritazione, ma c’è. Hai presente quando hai una bottiglietta d’acqua (o peggio bevande gassate) in borsa o nello zaino/cartella/sacca e insieme c’è anche un libro? E hai presente quel momento in cui la suddetta bottiglietta sembra prendere vita inspiegabilmente (la sola cosa certa è che lo fa con odio nei tuoi confronti, ovviamente) e decide di distruggere i tuoi libri? Ecco… Terribile! Paragonabile a quando piove a dirotto e, nonostante l’ombrello enorme, la pioggia riesce comunque a farsi strada proprio verso i tuoi libri!


E tu? Quali sono le cose che ti irritano come lettore? Condividi o ne aggiungeresti altre?

Che tipi di lettore sei?

tipi di lettore

L’idea di “classificare” il lettore in base alle sue abitudini ed ai suoi “vizi” mi ha sempre affascinato, soprattutto  quando scopri di avere in comune con altri piccoli rituali da lettore. Credo, però, che ognuno di noi sia un lettore unico nel suo genere: nel senso che possiamo rientrare in vari “tipi” diversi, ma solo una persona corrisponde a quella combinazione particolare.

Anni fa il The Atlantic Wire stilò una lista di tipi di lettore e così io ho pensato di fare una cosa simile. I tipi di lettore che seguono sono invenzioni di mia creazione, collegate alle esperienze e alle conoscenze che ho avuto personalmente.

Io sono una EFGHINTV.

E voi? Che tipi di lettore siete?

 

Tipo A: Il pensatore

tipi di lettore - il pensatore

Il pensatore studia, analizza, seziona il libro. Sottolinea parti importanti, pensieri o spunti interessanti. Si prepara e impara citazioni. Non legge mai più di un libro alla volta per gustarsi il piacere della lettura e assaporare con attenzione ogni più piccolo passaggio.


Tipo B: L’accumulatore seriale

tipi di lettore - l'accumulatore seriale

Libri! Libri! Libri! L’accumulatore non può farne a meno. Se va in una libreria, torna casa con almeno dieci libri da leggere, nonostante a casa ne abbia già una catasta in attesa.


Tipo C: Il Posh-reader

Il Posh-reader è attento alle ultime mode: non gli sfugge una novità e corre in libreria non appena sente vociferare di libri nuovi o ultimi inediti dei suoi autori preferiti. Deve restare sempre aggiornato!


Tipo D: Il Barbaro

tipi di lettore - il barbaro

Il barbaro: distrugge tutto ciò che tocca. I suoi libri sono martoriati, distrutti. Alla fine della sua lettura, sul campo di battaglia rimangono solo orecchie stropicciate e pagine consunte.


Tipo E: Il divoratore

tipi di lettore - il divoratore

Il divoratore legge. Legge velocemente… e non è mai sazio!


Tipo F: Il lettore della buona notte

Il lettore della buona notte è contento solo quando arriva quel momento della sera, in cui può finalmente sistemarsi tra le copertine del suo letto e trarre un profondo respiro di sollievo mentre inizia a leggere il suo libro. Ovviamente, lucetta su comodino rigorosamente accesa!


Tipo G: Il Multitasking

tipi di lettore - il multitasking

Il lettore multitasking non ha tempo, ma lo inventa. Così, legge più libri contemporaneamente e legge in qualunque momento, cercando di ritagliarsi qualche minuto di pausa tra i vari impegni della giornata.


Tipo H: Il Contestatore

Il contestare non è mai soddisfatto: copertina sbagliata, traduzione del titolo errata, impaginazione errata. La conclusione poteva essere migliore, i personaggi potevano essere più curati! E vogliamo parlare della sintassi? Nah, nah, nah!


Tipo I: Lo sniffatore

Lo sniffatore è discreto ed educato: compra un libro nuovo e aspetta di arrivare a casa, prima di tuffarci il naso tra le pagine e assaporarne l’odore!


Tipo L: Lo Tsunami

Se non piange, il libro non è di suo gradimento. Lo Tsunami preferisce storie strappalacrime, così dolci e romantiche che trasudano miele.


Tipo M: Il Valar Morghulis

tipi di lettore: Valar Morgulis

Che libro sarebbe senza una decesso o una morte truculenta? Perché affezionarsi ad un personaggio, quando tanto il suo destino è quello di finire la sua vita sulla pagine del libro tra atroci tormenti?
Il lettore Valar Morghulis cerca l’intrigo, il mistero e, a coronare il tutto, una bella scena spatter!


Tipo N: Il “Ho visto il film”

tipi di lettore

Quelli che, una volta letto il libro, si ostinano ancora a vedere il film, rimanendo ogni volta delusi e arrabbiati.


Tipo O: Lo sfaticato

tipi di lettore: lo sfaticato

Lo sfaticato vorrebbe leggere. Davvero. E infatti comincia. Ma poi si interrompe. Poi ricomincia. Poi s’interrompe di nuovo.


Tipo P: Il cacciatore di reperti

Il cacciatore di reperti predilige i libri antichi. Li cerca con spasmodica costanza, infilandosi in ogni libreria e antiquari che incontra sul suo cammino.


Tipo Q: L’ascoltatore

tipi di lettore: audiobook

Audiobooks, prego!


Tipo R: Il “Le so tutte!!”

tipi di lettore: le so tutte

Sapevi che il Codice da Vinci è uscito nel 2003? E che è il primo della serie di libri dedicati a Robert Langdon? No? Allora non sai nemmeno che esiste anche un prequel, Angeli e Demoni? Due sequel? Il simbolo perduto? Inferno? No, eh?


Tipo S: I fissati del genere

tipi di lettore: i fissati del genere

I fissati del genere hanno trovato un genere (rosa, classico, thriller, fantasy, fantascienza…) e continuano a leggere quello per il resto della vita. Talvolta, hanno qualche parentesi anche verso altri generi, ma alle fine tornano sempre alle origini.


Tipo T: Il collezionista di tessere

tipi di lettore: collinetta di tessere

Al collezionista di tessere piace leggere, ma il suo portafoglio spesso non concorda con lui. Così, il lettore di questo tipo deve possedere tessere e tesserini fedeltà di ogni libreria che incontra sul suo cammino. Un domani, chissà: potrebbero tornare utilissime!


Tipo U: Techno-Reader

Il techno-reader ha un eBook reader, bello e fiammante. I motivi del suo acquisto non contano (salute degli alberi, risparimio, ect.), ciò che conta è che il suo reader/tablet è pieno zeppo di libri!


Tipo V: L’ipnotista

L’ipnotista ha appena finito di leggere un libro. E gli è piaciuto tanto. Davvero. Te lo consiglia come tua prossima lettura! Ti piacerà! Leggilo. Leggilo. Leggilo. Leggilo.


Tipo Z: L’amante del cartaceo

tipi di lettore: amante della carta

Il tipo Z entra in conflitto aperto con il tipo U e viceversa. Non si sopportano, ma per il bene del libro la loro coesistenza deve essere pacifica. A differenza del techno-reader, l’amante del cartaceo impila i suoi libri sugli scaffali e sul comodino e mai (mai!) ha acquisto (o acquisterebbe) un libro in formato digitale!


Quanti libri leggi in un anno – Sondaggio

Ultimamente ho sentito molto parlare della crisi dei libri in Italia (in televisione, sui giornali…). Sembra un dato certo e allarmante: in Italia non si legge. Eppure, io in libreria ci ho sempre visto gente, per le promozioni online dei libri o le ultime uscire non bastano le dita di una mano per contarle tutte e le case editrici sono intasate da tutti i manoscritti che ricevono.
Si richiamano le indagini ISTAT, così mi sono detta: andiamo a vederle queste indagini.

Insomma, un primo dato di riferimento è del 2010 (quindi, si parla già di qualche anno fa). Risulta che, in Italia, il 44,3% della popolazione ha letto fino a 3 libri; il 15,1% ne ha letti 12 o più. I lettori più appassionati sono quelli della fascia tra gli 11 e i 17 anni (oltre il 59%), con un picco tra gli 11 e i 14 anni (65,4%).

Più recente è, invece, il dato, diffuso nel 2014, nel quale la media di libri letti è scesa a uno solo l’anno (rispetto al 2012, la quota di lettori è scesa dal 46% al 43%). I lettori più accaniti restano quelli nella fascia degli 11/14 anni (57,2%). Emerge che “la propensione alla lettura dipende dalla scuola, ma anche dall’ambiente familiare: leggono libri il 75% dei ragazzi tra i 6 e i 14 anni con entrambi i genitori lettori, contro il 35,4% di quelli con genitori che non leggono“.

Insomma, detto sinceramente potrebbe andare meglio, ma io non ci vedo nulla di così devastante o allarmante!

Venendo, per cui, al motivo del post, quanto leggete voi?
Io, ad esempio, l”anno scorso, complici alcuni impegni accademici e congiunzioni astrali non troppo propizie, ho fatto cifra tonda, leggendo 30 libri.


Quanti libri leggi mediamente in un anno?

View Results

Loading ... Loading ...

Per le indagini ISTAT che ho preso come riferimento, cliccate qui e qui