Il richiamo del K2. La dura lezione della montagnia

il richiamo del k2

Titolo: Il richiamo del K2. La dura lezione della montagnia
Anno di pubblicazione: 2021
Autrice: Tamara Lunger
Genere: Memoir
Pagine: 239

– Ho ricevuto una copia di questo libro –

recensione a cura di Jack Aubrey

L’anno di COVID-19 è stato un periodo (ancora non concluso purtroppo) duro per tutti: relegati in casa, lontani da amici e parenti… un periodo ancora più duro e lungo per persone abituate all’area aperta e a escursioni estreme come Tamara Lunger.

Ci voleva un obiettivo per la nuova stagione invernale 2020, una sfida ma anche un ricongiungimento con una vecchia amica… anche se questa amica è fatta di roccia, neve e ghiaccio ed è la seconda montagna più alta al mondo: il K2.

L’autrice ci porterà nel suo viaggio verso la vetta del K2 tra pericoli, incertezze, amicizie e freddo, dove anche un attimo di distrazione può portare alla morte.

Queste sono le avventure giornaliere dell’autrice, con le sue scelte e le sue motivazioni su quel che ha fatto e su quel che voleva fare.

L’unico ed enorme accorgimento è di guardare – ma non di leggere – le foto presenti a metà libro, perché le didascalie spoilerano degli avvenimenti fondamentali per Tamara Lunger e non solo.

error: Attenzione! Questo contenuto è protetto!
Wordpress Copy paste blocker plugin powered by http://jaspreetchahal.org