Bookshot, il nuovo progetto di James Patterson

Prezzo contenuto, poche pagine e azione assicurata: questo è Bookshot, il nuovo progetto di James Patterson pensato per coloro che non hanno tempo per dedicarsi alla lettura o non trova gli stimoli giusti.

I primi quattro titoli di questo progetto saranno disponibili dal 29 giugno 2017. Si tratta di thriller autoconclusivi dalle storie di maggior successo di Patterson (come Alex Cross o Le donne del Club Omicidi).

Eccoli in dettaglio:

Titolo: Kill Cross
Autore: James Patterson con Andrew Holmes
Pagine: 160
Prezzo: 4,90€
Trad. di: Cristina Popple

«Alex Cross, sto venendo a prenderti. Anche se dovessi tornare dall’inferno.»

Gary Soneji, il serial killer incastrato da Alex Cross, è morto da più di dieci anni. Cross l’ha visto praticamente morire davanti ai suoi occhi. Ma oggi, durante uno scontro a fuoco, è certo di averlo riconosciuto. Possibile che sia ancora vivo? O si tratta di un mistero ancora più inquietante?

 

 

 

 


Titolo: Il processo
Autore: James Patterson con Maxine Paetro
Pagine: 160
Prezzo: 4,90€
Trad. di: Elena Cantoni

«Non sono solo io sotto processo. Tutta la città dovrà comparire in tribunale.»

Lindsay Boxer è riuscita finalmente a catturare uno dei più feroci boss dei cartelli della droga. Ma, terrorizzando chiunque sia coinvolto nel suo caso, il boss è riuscito a paralizzare l’intera città. Saranno Lindsay e le Donne del Club Omicidi a dover affrontare una situazione sempre più pericolosa.

 

 

 

 


Titolo: La caccia
Autore: James Patterson con Michael Ledwidge
Pagine: 160
Prezzo: 4,90€
Trad. di: Elena Cantoni

«Ecco com’è andata. È salito direttamente sul tetto e si è buttato.»

Un uomo è precipitato dal tetto di un hotel di Manhattan. A un primo sguardo si tratta di un suicidio ma c’è un indizio che desta troppi sospetti per archiviare il caso: le impronte digitali della vittima appartengono a un’altra persona. Un caso per il detective Michael Bennett.

 

 


Titolo: La preda
Autore: James Patterson con Andrew Holmes
Pagine: 160
Prezzo: 4,90€
Trad. di: Cristina Popple

«Il male ha trovato un nuovo divertimento.»

È un brutto colpo per David Shelley, ex agente dei SAS: l’amico che stava cercando è morto, e in circostanze misteriose. Gli indizi conducono su una pista orribile e sconvolgente. L’unico modo per scoprire la verità per David è mettersi in gioco in prima persona…

 

 

 

 


Disponibile dal 29 giugno 2017!


 Scopri altre novità in libreria al momento:

The Bruce Chatwin Project: nuova edizione e concorso

In occasione dei trent'anni dalla prima pubblicazione de "Le vie dei canti", noto diario di viaggio di Bruce Chatwin sulla tradizione degli ...
Leggi Tutto

Novità libri agosto 2017

Ad agosto siamo già tutti - o quasi - in vacanza, ma le case editrici non si dimenticano di noi ...
Leggi Tutto

Come siamo diventati nordcoreani

Grazie a storie e testimonianze reali, "Come siamo diventati nordcoreani" ci immerge nella terribile realtà nordcoreana che abbiamo avuto modo ...
Leggi Tutto

Il libro della polvere

In contemporanea mondiale, il 19 ottobre 2017, il nuovo romanzo di Philip Pullman Il libro della polvere - La belle sauvage. Dopo la ...
Leggi Tutto

Riprendono gli incontri con il Salone del Libro Off 365

Riprendono gli incontri con il Salone del Libro Off 365! Giovedì 13 luglio 2017, alle ore 18.00, Giuseppe Turco sarà ai ...
Leggi Tutto

L’intestino felice: nuova versione aggiornata

Torna in una nuova versione aggiornata L'intestino felice, un bestseller da 100mila copie vendute in Italia. Nella nuova versione un capitolo ...
Leggi Tutto

Il bosco di Mila

Disponibile in anteprima in versione ebook e in edizione cartacea nei punti vendita Autogrill dal 6 luglio, ecco "Il bosco di Mila", romanzo ...
Leggi Tutto

Foresta di tenebra

Torna in libreria Simone Regazzoni con l'action-thriller Foresta di tenebra, secondo capitolo delle vicende di Michael Price, già protagonista di ...
Leggi Tutto

Sei tutto per me

L'ultimo capitolo della serie "Ti aspettavo": Sei tutto per me. Ho iniziato una nuova vita Ho ricominciato a sperare Ho ...
Leggi Tutto

La maledizione di Tutankhamon

Dopo esser state a lungo pubblicate sotto pseudonimo di J.B. Livingstone, tornano le indagini dell’ispettore Higgins con una nuova avventura: La maledizione di Tutankhamon.

L’ex ispettore capo Higgins è finalmente in pensione. Unico inglese a odiare il tè e amante del buon cibo, nella pace del suo cottage nel Gloucestershire ora si preoccupa dei fiori, ascolta il suo amato Mozart e cura la sua artrosi. Ma Scotland Yard, per i casi più delicati e spinosi, ha ancora bisogno di lui, della sua esperienza, delle sue conoscenze altolocate, delle sue «armi» infallibili: taccuino nero per appunti, matita morbida, capacità di osservazione, logica ferrea, umorismo quanto basta.

L’archeologa Jennifer Stowe aveva un sogno: sfatare le superstizioni che da sempre circolano sulla mummia di Tutankhamon. Per questo aveva radunato un gruppo di ricercatori per recarsi in Egitto e risolvere finalmente il mistero, ma la maledizione sembra aver colpito ancora: poco prima della partenza, infatti, Jennifer viene trovata morta, pugnalata con la daga appartenuta al faraone. È chiaro che qualcuno vuole impedire che la verità sulla mummia venga rivelata…Ma chi? E perché? A indagare sul caso viene chiamato l’ex ispettore Higgins di Scotland Yard. Prima ancora che riesca a scoprire qualcosa, però, gli viene recapitato un terribile messaggio anonimo: chiunque cerchi di disturbare il sonno di Tutankhamon sarà distrutto…

L’autore

Christian Jacq ha raggiunto il successo mondiale con Il romanzo di Ramses, una saga pubblicata in 29 Paesi che ha battuto ogni record di vendita. Un caso editoriale straordinario, nato dalla sua passione per l’antico Egitto, dai suoi studi di archeologia e dalla sua strepitosa vena narrativa. Tutti elementi alla base anche del suo successo più recente, i quattro romanzi della serie di Setna, il figlio di Ramses. Ma tra i suoi successi si contano anche «Le indagini dell’ispettore Higgins», che per molti anni Jacq ha firmato con lo pseudonimo di J.B. Livingstone. La maledizione di Tutankhamon è il primo dei nuovi episodi.

Titolo: La maledizione di Tutankhamon
Autore: Christian Jacq
Genere: Romanzo storico
Casa editrice: Tea
Pagine: 240
Prezzo ed. cartacea: 13,00€
Prezzo ed. digitale: 6,99€
Trad. di: Alessandro Zabini


Disponibile dal 15 giugno 2017!


Scopri altre novità in libreria al momento:

The Bruce Chatwin Project: nuova edizione e concorso

In occasione dei trent'anni dalla prima pubblicazione de "Le vie dei canti", noto diario di viaggio di Bruce Chatwin sulla tradizione degli ...
Leggi Tutto

Novità libri agosto 2017

Ad agosto siamo già tutti - o quasi - in vacanza, ma le case editrici non si dimenticano di noi ...
Leggi Tutto

Come siamo diventati nordcoreani

Grazie a storie e testimonianze reali, "Come siamo diventati nordcoreani" ci immerge nella terribile realtà nordcoreana che abbiamo avuto modo ...
Leggi Tutto

Il libro della polvere

In contemporanea mondiale, il 19 ottobre 2017, il nuovo romanzo di Philip Pullman Il libro della polvere - La belle sauvage. Dopo la ...
Leggi Tutto

Riprendono gli incontri con il Salone del Libro Off 365

Riprendono gli incontri con il Salone del Libro Off 365! Giovedì 13 luglio 2017, alle ore 18.00, Giuseppe Turco sarà ai ...
Leggi Tutto

L’intestino felice: nuova versione aggiornata

Torna in una nuova versione aggiornata L'intestino felice, un bestseller da 100mila copie vendute in Italia. Nella nuova versione un capitolo ...
Leggi Tutto

Il bosco di Mila

Disponibile in anteprima in versione ebook e in edizione cartacea nei punti vendita Autogrill dal 6 luglio, ecco "Il bosco di Mila", romanzo ...
Leggi Tutto

Foresta di tenebra

Torna in libreria Simone Regazzoni con l'action-thriller Foresta di tenebra, secondo capitolo delle vicende di Michael Price, già protagonista di ...
Leggi Tutto

Sei tutto per me

L'ultimo capitolo della serie "Ti aspettavo": Sei tutto per me. Ho iniziato una nuova vita Ho ricominciato a sperare Ho ...
Leggi Tutto

Diverso da tutti e da nessuno

In libreria per Tea il 20 aprile: Diverso da tutti e da nessuno. Tiziano Terzani sul campo, nella testimonianza di amici e colleghi a cura di Angela Terzani Staude.

Mentre non accennano a sbiadire, nella memoria di chi lo ha amato, le immagini di Tiziano Terzani vestito di bianco che parla della pace, della vita e della morte, più lontana si fa nel tempo la sua figura di reporter, di grande protagonista di una stagione irripetibile del giornalismo. Questo libro ce la riporta davanti agli occhi con magnifica evidenza, quella figura, con la sua vitalità dirompente, il suo rigore professionale, la sua curiosità fenomenale, la sua travolgente risata. Ognuno degli amici e dei colleghi che da tutto il mondo hanno risposto generosamente all’invito di Angela Terzani contribuisce qui – con un flash, con un ricordo più meditato, con qualche prezioso documento, anche inedito – a comporre il ritratto irresistibile di un instancabile cacciatore di storie e di verità. E sono sufficienti soltanto alcuni dei titoli delle testimonianze raccolte in questo volume per capire l’atmosfera che vi si respira: Monsieur Moustache, Viaggiare per il mondo alla ricerca della verità, Da dove arriva, questo?, Partito senza lasciare indirizzo, Il gigante, Con i piedi più che mai piantati nella vita, L’approvato dal cielo

Completa il volume una ricca sezione di «documenti», con alcune lettere, uno scritto di Saskia Terzani e il Dialogo con il Vecchio di Folco Terzani, dedicato alla mitica figura che Terzani raccontò in Un altro giro di giostra.

Le testimonianze e i ricordi

  • Tiziano, il guru della pace, di Abbas
  • Le budella dell’umanità, di Mara Amorevoli
  • In Cambogia, di Elizabeth Becker
  • Fuori dall’autostrada, di Giovanna Botteri
  • Viaggiare per il mondo alla ricerca della verità, di Salomon Bouman
  • Un’enorme, vecchia, e vorace tartaruga, di Philip Bowring
  • Oltre Cary Grant, di Paolo Breccia
  • Un reporter del popolo, di Nayan Chanda
  • «Andiamo a giro», di Umberto Chapperon
  • Il giro del mondo di Tiziano, di Furio colombo
  • Monsieur Moustache, di Charles-Antoine de Nerciat
  • In tasca le zucche con il coperchio d’avorio, di Siegmund Ginzberg
  • Partito senza lasciare indirizzo, di Pham Lan Houng
  • Da dove arriva, questo?, di Henry Kamm
  • Come una di quelle fiammate, di Peter R. Kann
  • Il gigante, di Nicolas Leung
  • La guerra di un bigino (Guida per un dilettante), di Leo Manfrini
  • Giornalismo dal basso, di Fernando Mezzetti
  • E portamelo finalmente, lo Spaghetti, di Michael Nesselhauf
  • Un italiano, alto, vestito di bianco, che spargeva simpatia in abbondanza, di Valerio Pellizzari
  • La macchinetta del caffè, di Jane Perkins
  • Oltre il dispaccio, di Jean-Claude Pomonti
  • Tiziano: il respiro di vita, di Philippe Pons
  • Ci manchi, di James Pringle
  • Buon viaggio, Tiziano, di Ilaria Maria Sala
  • Ricordando Tiziano, di Orville Schell
  • Il piacere di ascoltarlo, di William Shawcross
  • Il signor Terzani, di Ith Sinthan Narann
  • Con i piedi più che mai piantati nella vita, di Bernardo Valli
  • Riflessioni a ruota libera sui miei ricordi di Tiziano Terzani, di Willem van Kemenade
  • Amico fratello maggiore, di Vasu Dev Das
  • L’approvato dal cielo, di Wang Jue (Jane Wang)
  • «Puoi permetterti anche un pazzo…», di Martin Wollacott
  • «Compagni! Benvenuti compagni!», di Yoichi Yokobori
  • «Andiamo a giro», di Giuliano Zincone

I documenti

  • «Se mi sentirò al perso col mondo», lettere a Alessandro Berti
  • Ultimo viaggio a New York, di Terence Ward e Idanna Pucci
  • «Dove sei, Tigre?», di Mukti Datta
  • Una grande occasione, di Saskia Terzani Fitzwilliam-Lay
  • Dialogo con il Vecchio, di Folco Terzani

Titolo: Tiziano Terzani sul campo, nella testimonianza di amici e colleghi
A cura di: Angela Terzani Staude
Genere: Memorie
Casa editrice: Tea
Pagine: 272
Prezzo ed. cartacea: 15,00€
Prezzo ed. digitale: 7,99€



Disponibile dal 20 aprile 2017!


Scopri altre novità in libreria al momento: 

The Bruce Chatwin Project: nuova edizione e concorso

In occasione dei trent'anni dalla prima pubblicazione de "Le vie dei canti", noto diario di viaggio di Bruce Chatwin sulla tradizione degli ...
Leggi Tutto

Novità libri agosto 2017

Ad agosto siamo già tutti - o quasi - in vacanza, ma le case editrici non si dimenticano di noi ...
Leggi Tutto

Come siamo diventati nordcoreani

Grazie a storie e testimonianze reali, "Come siamo diventati nordcoreani" ci immerge nella terribile realtà nordcoreana che abbiamo avuto modo ...
Leggi Tutto

Il libro della polvere

In contemporanea mondiale, il 19 ottobre 2017, il nuovo romanzo di Philip Pullman Il libro della polvere - La belle sauvage. Dopo la ...
Leggi Tutto

Riprendono gli incontri con il Salone del Libro Off 365

Riprendono gli incontri con il Salone del Libro Off 365! Giovedì 13 luglio 2017, alle ore 18.00, Giuseppe Turco sarà ai ...
Leggi Tutto

L’intestino felice: nuova versione aggiornata

Torna in una nuova versione aggiornata L'intestino felice, un bestseller da 100mila copie vendute in Italia. Nella nuova versione un capitolo ...
Leggi Tutto

Il bosco di Mila

Disponibile in anteprima in versione ebook e in edizione cartacea nei punti vendita Autogrill dal 6 luglio, ecco "Il bosco di Mila", romanzo ...
Leggi Tutto

Foresta di tenebra

Torna in libreria Simone Regazzoni con l'action-thriller Foresta di tenebra, secondo capitolo delle vicende di Michael Price, già protagonista di ...
Leggi Tutto

Sei tutto per me

L'ultimo capitolo della serie "Ti aspettavo": Sei tutto per me. Ho iniziato una nuova vita Ho ricominciato a sperare Ho ...
Leggi Tutto


Il seggio vacante recensione

Titolo: The casual vacancy
Autrice: J.K. Rowling
Genere: Romanzo
Anno di pubblicazione: 2012
Titolo in Italia: Il seggio vacante
Anno di pubblicazione ITA: 2012

Si annuncia la triste dipartita di Barry Fairbrother, quarantaquattro anni, direttore dell’unica filiale di banca ancora rimasta in “città” nonché membro del Consiglio locale di Pagford.
Il pover’uomo era a cena – anzi stava andando a cena – con la moglie quando un aneurisma se l’è portato via.

La notizia si ripercuote su tutta la cittadina come una carica di cavalleria annunciata dal rullo di tamburi. Cavalli e tamburi a Pagford sono, tuttavia, rappresentati da telefoni trillanti e resoconti costruiti.
C’è chi lo compiange; chi ancora basito non riesce a comprendere; chi teme momenti come questi riflettendosi nella pena e nel dolore della vedova di Fairbrother, Mary; e c’è anche chi ne è contento.
Insomma, c’è solo una cosa certa: la morte di Fairbrother e il seggio vacante che ha lasciato nel Consiglio locale sono l’argomento che più fermenta sulle bocche dei paesani.

Adesso, la caccia è al suo sostituto e, nel paese, le fazioni avversarie sono già pronte con il nome del proprio candidato. Ma anche altri pare vogliano mettere le loro grinfie su quel seggio vacante. E chissà che il fantasma di Barry non abbia qualcosa da ridire in proposito…

Se Pagford avesse lo status quo di comune potremo parlare di una specie di cittadina; invece abbiamo davanti il classico paesotto inglese.
Con le villette pittoresche, l’acciottolato delle strade, i negozi che si affacciano sulla piazza principale, lo scuolabus che carica i ragazzi in divisa verso la scuola e poi… ah, poi le chiacchiere.
Che paese sarebbe senza un buon giro di pettegolezzi?
La morte di Fairbrother innesca un fuggi fuggi generale: chi era presente al momento del fattaccio ci tiene a dare la sua versione direttamente “dalle trincee”; chi ha saputo la sconcertante notizia non vede l’ora di diffonderla in diversi toni e gradazioni al vicino/amico/parente; e poi ovviamente c’è anche chi soffre più di altri colpito direttamente dalla vicenda.

Ovviamente, Pagford è un carosello di personaggi: c’è il salumiere trippone; la psicologa fricchettona; l’invidioso; il ragazzo innamorato; la ragazza problematica; la vecchia pettegola; l’impicciona; l’insoddisfatta;  l’eterno indeciso; ect.

E tra di loro c’è chi è profondamente addolorato per la morte di Fairbrother e chi, invece, bè, ci vede un male non necessario ma tutto sommato utile.

Anche perché la morte di Barry Fairbrother non è solo una specie di – tragico e improvviso – evento locale, ma smuove tutta una serie di movimenti intestini nella ridente e britannica Pagford, rinfocolando mire di secessione.

Quindi, da una parte Pagford; dall’altra Yarvist, la circoscrizione ufficiale. Gli abitanti delle due cittadine sono simili per i classici modi di fare inglesi educati che nascondono spesso un pezzetto d’astio, un briciolo di supponenza e anche un goccio di ipocrisia.

Tuttavia, i giochi che si aprono nella cittadina di Pagford coinvolgono un po’ tutti tra pettegolezzi e falsità, pregiudizi e mezze verità, sospetti e alleanze più o meno velate, profonde antipatie e amicizie importanti. Le azioni di un personaggio influenzano quelle degli altri in un mirabile effetto domino che, alla fine, investe Pagford su larga scala.

Catapultati nella vita della piccola cittadina, ci ritroviamo invischiati in varie vicende famigliari, in differenti storie personali. Ogni personaggio e ogni famiglia ha la sua storia, il suo modo di essere, i suoi segreti e le sue aspirazioni.

Il cocktail cittadino propone ipocrisia shakerata con finti buonismi; vanagloria mixata con supponenza; opportunismi vari mescolati con falsità di vario genere. 

Nei romanzi corali si parla di tutti e il primo rischio in cui l’autore incorre è quello di non parlare di nessuno, cioè di non approfondire bene i personaggi, renderli delle macchiette o tutti simili; di concentrarsi su alcuni e dimenticarne altri.

Qui questo rischio è in parte scongiurato.

Secondo il mio sentire, i personaggi femminili sono più diversificati l’una dall’altra e hanno tutte vari aspetti della personalità, sebbene poi un elemento sia predominante rispetto agli altri. In ogni caso, seppure ricadendo in alcuni stereotipi, sono comunque distinte le une dalle altre.

Negli uomini, invece, avverto un livello inferiore di caratterizzazione: tutti più o meno molluschi e viscidi (c’è chi esplica questa mollezza in maniera più violenta, come Simone Price; e chi in maniera più nascosta, cioè tutti gli altri). La maggior parte pare interessata alle forme in fiore delle ragazzine; la maggior parte ha bisogno di esternare o dimostrare la propria virilità; la maggior parte vede solo nei limiti ristretti dai confini di Pagford; la maggior parte è supponente e altezzosa; la maggior parte vede le donne solo come un mezzo.
Gli unici che si salvano sono il defunto Fairbrother- e il fatto di essere morto lo esclude un po’ dai giochi – e il chirurgo/bello-di-Bollywood Vikram (personaggio mai approfondito).

Sotto questi aspetti – cura nei personaggi e nell’ambiente di piccolo borgo inglese – e con le remore che ho espresso sopra, tanto di cappello.

La stessa autrice ebbe modo di spiegare: «Personalmente, non credo che questo sia un libro molto filmabile. Questa è una delle cose che mi piace. Penso che sia un nuovo romanzo dato che una buona parte delle cose che accadono avvengono internamente. È necessario capire quello che sta accadendo nelle teste della gente. Così, anche se accadono molte cose nel romanzo, parte del suo fascino, per me, è che molte cose avvengono nella vita interiore delle persone, e un film non è necessariamente il mezzo migliore per poterle trasporre» [Fonte: blog.screenweek].

Tralasciando il fatto che la BBC ne ha già annunciato la trasposizione in serie televisiva (siamo d’accordo che non si tratti di un film, ma il mezzo di comunicazione – a parer mio – resta sempre lo stesso), quanto detto riguardo alle vicende spesso interne dei personaggi è molto vero.

E la storia, infatti, è molto lenta… anche perchè non si tratta di seguire un singolo protagonista né si concentra su di un singolo evento, ma si tratta della vita di una cittadina intera il cui fulcro e i delicati equilibri iniziano a dissestarsi alla morte di Barry Fairbrother.

È come entrare per qualche giorno nello spaccato di vita di questa piccola cittadina. Non succede nulla di eclatante (a parte un paio di eventi verso la fine – che evito di riportare per spoiler), non ci sono colpi di scena, non c’è un ritmo serrato, non c’è necessità o urgenza di sapere cosa succederà ai personaggi.

Per carità, il clima di piccolo paesello si respira tutto (e, il fondo, tutto il mondo è paese: i pettegolezzi e le ipocrisie girano nei piccoli mondi italiani come in quelli inglesi), tuttavia la mancanza di una storia principale che faccia da cardine alla vicenda mi ha reso un po’ complesso appassionarmi alla storia o affezionarmi ai personaggi ed essere partecipe delle loro tribolazioni.

Verso la fine (cioè l’ultimo centinaio di pagine), gli eventi cominciano un pochetto a entrare nel vivo. Un po’ troppo tardi, forse, per appassionare un lettore.

Impossibile non notare il profondo pessimismo che gronda da tutto il libro: homo homini lupus. Questa è la natura umana: ognuno per sé, strenua necessità di mantenere le apparenze a discapito anche dell’amor proprio, cecità, ipocrisia, velleità, arroganza, sentimenti nascosti.
Nulla da fare: dal pregiudizio non si scampa, dalle catene che la vita ci riserva nemmeno.

Concludendo: ho approfittato della nuova edizione Tea edita nel gennaio 2017 per leggere quello che sarebbe il primo romanzo che J.K. Rowling ha scritto dopo tutti gli Harry Potter (io, come sai, ho ordinato i libri come tornava comodo a me e ho letto prima i libri targati Robert Gailbraith, il-per-nulla-misterioso pseudonimo della scrittrice… trovi i link delle recensioni nel box al termine dell’articolo).
Tuttavia, ecco… non sono pentita dell’acquisto solo perché si trattava di un’edizione economica (circa 5€).

Intendiamoci, Il seggio vacante presenta un buon comparto personaggi e un’ottima caratterizzazione ambientale. Purtroppo, questi due elementi non riescono a bilanciare completamente una storia priva di un evento cardine, la quale si barcamena tra una moltitudine di sottotrame senza trovare la forma giusta per appassionare il lettore.
Manca una conclusione netta a molte delle storie iniziate (e, difetto mio, i finali abbozzati/accennati non trovano il mio completo appoggio).

[Credit photo: dailymail.co.uk]


Hai letto "Il seggio vacante"? Che ne pensi?

View Results

Loading ... Loading ...


Articoli correlati: 

J.K. Rowling: due nuovi libri in arrivo!

Ebbene, sì, pare che questo nuovo anno porterà con sé parecchie novità per gli amanti di Harry Potter e di tutto ...
Leggi Tutto

Aspirante scrittore? Eccoti 13 consigli di scrittura da J.K. Rowling!

Scrivere è questione di molte cose così ben riflullate insieme tanto da creare qualcosa di magico. È questione di disciplina, di ...
Leggi Tutto

La Via del Male, il terzo romanzo di Robert Galbraith/J.K. Rowling

Eccolo! Il terzo capitolo della saga di Cormoran Strike arriverà ben presto anche in Italia. L'annuncio ufficiale di Salani: La ...
Leggi Tutto

J.K. Rowling conferma: in arrivo un nuovo libro!

J.K. Rowling l'infaticabile! Tempo fa, abbiamo parlato di come a breve uscirà (anzi, in Inghilterra e America è già disponibile) il nuovo ...
Leggi Tutto

Severus Piton: è un eroe? La Rowling risponde ai fan

Insomma... Server Piton è sicuramente uno dei personaggi più controversi e discussi della saga di Harry Potter (assieme, sicuramente, a ...
Leggi Tutto

6 personaggi femminili letterari cazzuti

Sono loro i miei sei personaggi femminili letterari cazzuti. Determinate, coraggiose; nessuno può metterle in un angolo! Cominciamo! Elizabeth Bennet, Orgoglio ...
Leggi Tutto

Il seggio vacante recensione

Titolo: The casual vacancy Autrice: J.K. Rowling Genere: Romanzo Anno di pubblicazione: 2012 Titolo in Italia: Il seggio vacante Anno ...
Leggi Tutto

Il Quidditch attraverso i secoli recensione

Titolo: Quidditch Through the Ages Autore: Kennilworthy Whisp/J.K. Rowling Genere: Saggio Anno di pubblicazione: 2001 Titolo in Italia: Il Quidditch attraverso ...
Leggi Tutto

Le fiabe di Beda il bardo recensione

Titolo: The Tales of Beedle the Bard Autore: Beda il bardo/J.K. Rowling Genere: Racconti Anno di pubblicazione: 2008 Titolo in ...
Leggi Tutto

Gli animali fantastici e dove trovarli recensione

Titolo: Fantastic Beasts and Where to Find Them Autore: Newt Scamander/J.K. Rowling Genere: Libro di testo/Meta-libro Anno di pubblicazione: 2001 Titolo ...
Leggi Tutto

Animali fantastici e dove trovarli, lo screenplay originale a breve in Italia

Dopo essersi occupata dell'edizione speciale dell'anteprima teatrale di Harry Potter e la maledizione dell'erede (qui puoi leggere l'annuncio della casa editrice; ...
Leggi Tutto

All’asta le Fiabe di Beda il bardo

Per la precisione parliamo di una copia particolare de le Fiabe di Beda il bardo (qui trovi la mia recensione), lo ...
Leggi Tutto

Harry Potter e la maledizione dell’erede recensione

Titolo: Harry Potter and the cursed child Autore: Jack Thorne Genere: Sceneggiatura Anno di pubblicazione: 2016 Titolo in Italia: Harry ...
Leggi Tutto

Harry Potter e la maledizione dell’erede

Come sappiamo questa estate è in scena, a Londra, Harry Potter and the cursed child, l'ottavo capitolo della saga dedicata ...
Leggi Tutto

2.000 titoli in formato eBook a 1.99€!

Alcuni di noi si stanno già preparando pronti per un bel viaggio e, ovviamente, in valigia non possono mancare i nostri ...
Leggi Tutto

Harry Potter and the cursed child: l’ottavo libro della saga

Abbiamo avuto modo di parlare di Harry Potter and the cursed child, la pièce teatrale che sarà un vero e proprio ...
Leggi Tutto

Voldermort: la giusta pronuncia è…

Tutto è cominciato da un semplice post. Sì, proprio così. È bastata una semplicissima affermazione di un utente di Twitter («Una delle ...
Leggi Tutto

Il baco da seta recensione

Titolo originale: The silkworm Anno di pubblicazione: 2014 Autore: Robert Galbraith Genere: Giallo Titolo in Italia: Il baco da seta ...
Leggi Tutto

Il richiamo del cuculo recensione

Titolo originale: The Cuckoo's Calling Anno di pubblicazione: 2013 Autore: Robert Galbraith (= J. K. Rowling) Genere: Giallo Titolo in Italia: ...
Leggi Tutto

Il Seggio Vacante: Annunciato per Febbraio 2015!

La Rowling da tempo ormai ha abbandonato Hogwarts per dedicarsi a progetti completamente diversi (= libri gialli). Il primo di ...
Leggi Tutto

Career of evil: il nuovo capitolo in arrivo in autunno

Arriverà in ottobre (per la precisione il 22 in Inghilterra; il 20 in America), il terzo capitolo dedicato all'investigatore privato Cormoran ...
Leggi Tutto

Una bambina di nome Iris Gray

Da oggi in libreria la storia di Iris: Una bambina di nome Iris Grace.

una-bambina-di-nome-iris-grace

Iris Grace ha poco più di un anno quando le viene diagnosticata una forma severa di autismo. Non comunica con gli altri, alza appena lo sguardo quando i genitori le si avvicinano, un suo sorriso è una rarità.

Sua madre Arabella è disperata, ma tenta ogni strada per aprire un varco nel chiuso mondo della sua bambina. E proprio quando ogni sforzo sembra fallire, arriva in casa Thula, una gattina di pochi mesi di razza Maine Coon. L’intesa tra Iris e Thula è istantanea, evidente, miracolosa.

La bambina comunica spontaneamente e senza parole con la gatta e questo legame così particolare l’aiuta a sbocciare. Insieme a Thula, che non si allontana mai da lei, ogni giorno Iris passa ore e ore a dipingere. Perché Iris è un’artista straordinaria, dotata di uno sguardo unico sulla natura e sulle cose più piccole che si traduce in una serie di quadri bellissimi. E saranno proprio queste opere al tempo stesso misteriose e affascinanti a far conoscere al mondo la sua storia incredibile.

Questo libro non racconta solo di un genio o di una bambina prodigio – Iris è quasi sicuramente entrambe le cose – ma soprattutto dell’amore e della forza inesausti di una madre che, con l’aiuto di una gatta eccezionale, ha restituito il sorriso alla sua bambina e alla sua famiglia.

L’autrice

Arabella Carter-Johnson è la madre di Iris Grace ed è una fotografa professionista. Nel 2008, insieme al marito Peter-Jon, si è trasferita sulle colline del Leicestershire dove era cresciuta. Nel 2009 ha dato alla luce Iris Grace e da quel momento la sua vita è cambiata per sempre. Fin dal principio Arabella ha tenuto un diario dove ha annotato ricordi, emozioni, aneddoti che ha conservato insieme a centinaia di fotografie scattate nel corso degli anni. Ha deciso di raccontare la loro storia nel suo primo libro, Una bambina di nome Iris Grace, che è diventato in breve tempo un piccolo, grande caso editoriale.

Titolo: Una bambina di nome Iris Gray
Autrice: Arabella Carter-Johnson
Trad. di: Claudio Carcano
Pagine: 338
Prezzo ed. cartacea: 16,90€

leggi estratto


Disponibile dal 26 gennaio 2017!


Con illustrazioni e foto a colori


Scopri altre novità in libreria al momento: 

The Bruce Chatwin Project: nuova edizione e concorso

In occasione dei trent'anni dalla prima pubblicazione de "Le vie dei canti", noto diario di viaggio di Bruce Chatwin sulla tradizione degli ...
Leggi Tutto

Novità libri agosto 2017

Ad agosto siamo già tutti - o quasi - in vacanza, ma le case editrici non si dimenticano di noi ...
Leggi Tutto

Come siamo diventati nordcoreani

Grazie a storie e testimonianze reali, "Come siamo diventati nordcoreani" ci immerge nella terribile realtà nordcoreana che abbiamo avuto modo ...
Leggi Tutto

Il libro della polvere

In contemporanea mondiale, il 19 ottobre 2017, il nuovo romanzo di Philip Pullman Il libro della polvere - La belle sauvage. Dopo la ...
Leggi Tutto

Riprendono gli incontri con il Salone del Libro Off 365

Riprendono gli incontri con il Salone del Libro Off 365! Giovedì 13 luglio 2017, alle ore 18.00, Giuseppe Turco sarà ai ...
Leggi Tutto

L’intestino felice: nuova versione aggiornata

Torna in una nuova versione aggiornata L'intestino felice, un bestseller da 100mila copie vendute in Italia. Nella nuova versione un capitolo ...
Leggi Tutto

Il bosco di Mila

Disponibile in anteprima in versione ebook e in edizione cartacea nei punti vendita Autogrill dal 6 luglio, ecco "Il bosco di Mila", romanzo ...
Leggi Tutto

Foresta di tenebra

Torna in libreria Simone Regazzoni con l'action-thriller Foresta di tenebra, secondo capitolo delle vicende di Michael Price, già protagonista di ...
Leggi Tutto

Sei tutto per me

L'ultimo capitolo della serie "Ti aspettavo": Sei tutto per me. Ho iniziato una nuova vita Ho ricominciato a sperare Ho ...
Leggi Tutto