Vox

Hai solo cento parole al giorno con le quali poter parlare ed esprimerti. Perché? Perché sei donna.
Questo è Vox, il nuovo romanzo di Christina Dalcher. 

Ogni giorno pronunciamo in media 16.000 parole, parole che usiamo per lavorare, per chiacchierare con gli amici, per esprimere la nostra opinione.
Immagina di poter dire 100 parole al giorno: non una di più. Ma soltanto se sei una donna…

Fino a poco tempo fa, Jean McClellan era una neurologa affermata. Adesso, a causa di una serie di leggi varate dal nuovo presidente degli Stati Uniti, Jean non soltanto non può più lavorare, ma non le è permesso neppure leggere, scrivere, parlare. Le donne, infatti, possono pronunciare solo cento parole al giorno. Se superano quel limite, il braccialetto che sono costrette a portare trasmette una
scarica elettrica, che diventa più forte a ogni parola di troppo. Così, a cena, Jean e la figlia Sofia
mangiano in silenzio mentre suo marito Patrick e i tre figli maschi chiacchierano spensieratamente.
A scuola, i ragazzi studiano letteratura, scienze e arte; le ragazze economia domestica. E se Jean
ancora si chiede come tutto ciò sia potuto succedere, Sofia e i suoi fratelli sembrano aver dimenticato la loro vita precedente. Perfino Patrick si è conformato alla nuova realtà con una rapidità sconcertante.

Un giorno, però, un gruppo di agenti governativi bussa alla porta di Jean: il fratello del presidente ha avuto un incidente che gli ha causato gravi danni cerebrali e lei è l’unica che possa salvarlo. In via del tutto eccezionale, sono disposti a disattivare il suo braccialetto e quello della figlia. Sebbene non abbia nessuna voglia di aiutare le persone che l’hanno letteralmente messa a tacere, Jean non resiste alla prospettiva di tornare a essere se stessa. Ma le basta un’occhiata per capire che non le è stata detta tutta la verità: il fratello del presidente è rimasto ferito pochi giorni prima, eppure nel laboratorio allestito alla Casa Bianca ci sono macchinari all’avanguardia e attrezzature sperimentali… Jean teme che l’incidente sia solo un pretesto dietro cui si cela un piano terrificante. Un piano di cui lei è la chiave di volta.

Disgustata e atterrita, Jean dovrà decidere se rischiare il tutto e per tutto pur di far crollare il sistema e restituire a sua figlia e a tutte le donne un mondo più giusto. È il momento di far sentire la sua voce, prima che le venga portata via per sempre…

L’autrice

Christina Dalcher si è laureata in Linguistica alla Georgetown University con una tesi sulla gorgia toscana. Ha insegnato italiano, linguistica e fonetica in diverse università del Regno Unito, prima di diventare ricercatrice presso la City University London. Parallelamente alla sua carriera accademica, ha sempre coltivato la sua passione per la narrativa, cui ora si dedica a tempo pieno.
Vox è il suo primo romanzo.

Titolo: Vox
Autrice: Christina Dalcher
Genere: Romanzo
Casa editrice: Nord
Pagine: 380
Prezzo ed. cartacea: 19,00€

Hanno detto di questo romanzo

«Una terrificante trasposizione del Racconto dell’ancella
nel presente e una necessaria esortazione a riflettere sul potere
e sull’importanza del linguaggio.»
Elle

«VOX sottolinea la necessità di movimenti come #MeToo,
ma anche l’importanza fondamentale del linguaggio
Vanity Fair

«Intelligente, pieno di suspense, provocatorio, a tratti sconvolgente.
Tutto ciò che un grande romanzo dovrebbe essere.»
Lee Child
«Un romanzo che fa riflettere
e che trasmette un messaggio davvero potente.»
Publishers Weekly
«Un romanzo distopico che fa venire voglia
di battere i pugni e farci sentire.»
Marie Clare

Disponibile dal 6 settembre 2018!


Scopri altre novità in libreria al momento:

Madonna col cappotto di pelliccia

Ci sono incontri casuali in grado di segnare un’intera esistenza. E ci sono storie che restano segrete per una vita ...
Leggi Tutto

L’illusione della fenice

Il romanzo è diviso in tre storie che si svolgono in luoghi geografici diversi e in momenti storici differenti. Tre ...
Leggi Tutto

L’arte di sparire

Il giovane Marco Nidal si trova coinvolto in un caso di sparizioni seriali di persone, tra le quali suo padre ...
Leggi Tutto

Sperando che il mondo mi chiami

Carolina Altieri ogni mattina si sveglia all'alba per andare al lavoro. Indossa abiti impeccabili, esce di casa, sale su un ...
Leggi Tutto

Se i pesci guardassero le stelle

«Una storia incantevole, che fa sognare e riempie il cuore!» Nicolas Barreau Samuele ha trent’anni, una gran voglia di essere ...
Leggi Tutto

Sogni e favole

Roma, 1983. Il Novecento brilla ancora. Emanuele, neppure ventenne, lavora in un cineclub del centro. Una notte, al termine di ...
Leggi Tutto

Sette giorni perfetti

Si incontrano per caso in un caldo pomeriggio di giugno alla fermata dell'autobus e fin dal primo momento Sarah e ...
Leggi Tutto

Cucinare un orso

Corre l’anno 1852 e nel profondo nord della Svezia tuona la parola di Læstadius, carismatico pastore di origini sami che ...
Leggi Tutto

Echi da un destino sospeso

Romanzo nel romanzo, Echi da un destino sospeso è la storia dell'incontro tra Camilla, giovane scrittrice, e Valerio, un uomo ...
Leggi Tutto
Precedente Il cielo dopo di noi Successivo La grande Russia portatile