Crea sito

Raven. Il Vichingo

raven il vichingo

Titolo originale: Blood Eye
Autore: Giles Kristian
Genere: Azione
Anno di pubblicazione: 2009
Titolo in Italia: Raven. Il Vichingo
Anno di pubblicazione ITA: 2021
Traduzione di: Francesco Vitellini
Pagine: 305

Seguito da:
– Raven: Sons of Thunder (inedito in Italia)
– Raven: Odin’s Wolves (inedito in Italia)

– Ho ricevuto una copia di questo libro –

recensione a cura di Jack Aubrey

Osric non ricorda nulla della sua infanzia; sa solo che ha un occhio “maledetto”… insomma è rosso.

Se per i cristiani questo richiama alla mente subito l’immagine malefica del diavolo, i vichinghi vi scorgono invece la benevolenza di Odino e l’opera delle infaticabili Norne.

Quando un norvegese dal nome di Sigurd il Fortunato razzierà il suo villaggio, Osric scoprirà di saper parlare la lingua degli invasori e anche un legame che lo unisce ai vichinghi.

Sigurd prende Osric sotto la sua ala protettiva, lo nutre, lo addestra e gli dona un nuovo nome: Raven.

Raven si integra con il gruppo di razziatori e giura fedeltà al suo nuovo Jarl, ma situazioni avverse spuntano durante il suo tragitto; qualcuno in realtà potrebbe chiamarle avventure od occasioni per far oro e fama, per raggiungere il Valhalla ed esserne il miglior guerriero.

Tra amori, tesori e una fama che lo porterà al cospetto del Padre di tutti; così inizia una leggenda.

Raven. Il Vichingo è il primo libro di quella che sarà, purtroppo, solo una trilogia.

Scrivo sconsolatamente “purtroppo ” perché Raven è un bellissimo romanzo da leggere (non se ne può avere di più?); in ogni caso, mi spiegherò meglio a breve.

La trama non solo è accattivante, scorrevole, ma anche bella; infatti in poco tempo deciderete di oscurare la vita per saper delle avventure di Raven.

I personaggi hanno quasi tutti una loro personalità, che nel caso dei vichinghi non è solo razziare e distruggere.

Le ambientazioni sono più che esaustive: Wessex, Mercia, Galles e Northumbria sono ben tristemente note nel pieno dell’epoca vichinga,

Questa trilogia, come detto all’inizio, presenta solo una pecca: una trilogia è composta solo da tre libri.

Quindi salite sul Drakkar e seguite Sigurd il Fortunato e Raven nel loro viaggio che li porterà ad avere un posto al tavolo del Padre di Tutti, Odino!

error: Attenzione! Questo contenuto è protetto!
Wordpress Copy paste blocker plugin powered by http://jaspreetchahal.org