La scelta del gatto

I gatti sono creature affascinanti e insieme inquietanti, animali di casa ma pur sempre selvatici, sfuggenti, ambigui e mai scontati. Sanno sorprenderci e proprio per questo osservarne i comportamenti può insegnarci parecchie cose. Se i gatti ci vedono al buio è perché sanno sfruttare anche una minima porzione di luce, allo stesso modo potremmo imparare a fare noi umani nell’affrontare situazioni apparentemente oscure e perciò spaventose. Se le cadute sono inevitabili per noi come per i gatti, e bisogna mettere in conto le sconfitte nel gioco dell’esistenza, possiamo pur sempre apprendere dai nostri felini come fare per cadere ritrovandoci in piedi. Anche noi abbiamo le nostre “antenne”, come i gatti hanno le vibrisse, ma loro possono insegnarci molto su come usare al meglio la sensibilità che ne deriva, così come possono insegnarci a drizzare il pelo in certe occasioni. Sono alcuni dei paragoni tra le condizioni di vita gattesca e la psicologia umana presentati nel libro, dove vengono affiancati anche da casi clinici. Gli amici a quattro zampe ci possono offrire una lezione di equilibrio e saggezza con i loro atteggiamenti schivi ma comunicativi, con la loro apparente pigrizia e apparente aggressività, con il loro desiderio di sovrastarci e le loro infinite risorse, con la loro sapiente capacità di mantenere la giusta distanza e vicinanza. Basta cercare di comprendere le ragioni che muovono queste misteriose tigri in miniatura per vedere gli eventi e i problemi sotto una luce nuova. Contemplare le scelte del gatto può essere  molto più istruttivo di tante parole.

 Ecco i titoli dei capitoli: Avere sette vite; Cadere in piedi; Vedere al buio; Percepire con le vibrisse; Oziare; Vita notturna; Selettività (non essere “di bocca buona”); Farsi le unghie; Cacciare; Osservare dall’alto; Drizzare il pelo; Giocare al gatto col topo; Miagolare; Pulizia; Fare le fusa; Affascinare; Essere indomabili (libertà, autonomia ecc.).

Gli autori

Matteo Rampin, psichiatra, insegna comunicazione di crisi nei corsi per Negoziatori dell’Arma dei Carabinieri, e collabora su temi analoghi con alcuni reparti speciali delle Forze Armate e con enti dell’Intelligence e della Difesa nazionali e sovranazionali. È consulente di aziende pubbliche e private su temi attinenti il comportamento umano. Ha scritto più di trenta libri pubblicati in Italia e all’estero, tra i quali ricordiamo Al gusto di cioccolato (Ponte alle Grazie, 2005), Come non farsi bocciare a scuola (Salani, 2012), Mozart era un figo, Bach ancora di più (Salani, 2014).

Laura Fanna e Matteo Loporchio, marito e moglie, esercitano la professione di psicoterapeuti e usano da anni le metafore feline per aiutare i pazienti. Vivono con due gattoni.

Titolo: La scelta del gatto
Autore: Matteo Rampin, Laura Fanna e Matteo Loporchio
Genere: Varia
Casa editrice: Ponte alle Grazie
Pagine: 192
Prezzo ed. cartacea: 13,00€


Disponibile da metà gennaio!


Scopri altre novità in libreria al momento:

Il segreto di palazzo Moresco

Dall'autrice de "Il bosco di Mila", un nuovo thriller con la capo commissario Vittoria Troisi: Il segreto di palazzo Moresco. Ginevra Moro ...
Leggi Tutto

Luna di miele

Amici scrittori tra povertà, sbronze e amori. Ma anche qualcosa di più perché, in Luna di miele, uno dei personaggi ...
Leggi Tutto

Heidi

Con un padre affatto da demenza selettiva, si fa presto a diventare Heidi; se si ha anche un ragazzo è ancora ...
Leggi Tutto

L’unico ricordo di Flora Banks

I ricordi che svaniscono con troppa facilità e quelli di Flora, adesso diciassettenne, si sono fermati a quando di anni ...
Leggi Tutto

Quando mi sei accanto

Tre ragazzi, una passeggiata in montagna e un destino comune per Alex, Chicco e Chiara in Quando mi sei accanto ...
Leggi Tutto

L’amore nella fila 27

Cora ha un impegno: aiutare gli altri a trovare l'amore. Dove? Nella fila 27 di un aereo, con la complicità ...
Leggi Tutto

Il lido

In corso di pubblicazione in 30 paese e già casa letterario, Il lido è «un romanzo gioioso e commovente, un ...
Leggi Tutto

Running wild

Una caduta e un riscatto: vivere nella natura per ritrovare se stessi. Questa è la storia che Markus Torgeby ci racconta ...
Leggi Tutto

Il lavoro del futuro

Opportunità? Merito? Incertezza? Il lavoro del futuro approfondisce l'inchiesta di De Biase sul mondo del lavoro e sul suo futuro con interviste ...
Leggi Tutto
Precedente Progetto Buck e il terremoto Successivo Wonder recensione