Crea sito

La mantella rossa e La gatta della regina

Titolo: La mantella rossa e La gatta della regina
Autori: Domitilla Calamai e Marco Calamai De Mesa
Genere: Romanzo storico
Anno di pubblicazione: 2017/2020

– Ho ricevuto una copia di questo libro –

Tra Spagna e nuove conquiste, intolleranze e religioni, posizioni e possibilità, in questi romanzi le vicende si muovono sul filo della storia in un mondo in rapida trasformazione (la scoperta dell’America è avvenuta solo da pochi anni).

Ne “La mantella rossa“, due giovani si innamoreranno… ma lei è figlia di ebrei conversi (cioè convertiti al cristianesimo): lui discende invece da una storica famiglia cristiana.

In un’epoca di profonde faide religiose e di persecuzione nei confronti proprio degli ebrei, non è proprio il periodo giusto per essere di fedi diversi…

Ne “La gatta della regina“, ambientato qualche anno dopo il precedente, continueremo a seguire la storia dei due giovani, ormai adulti ma ci sposteremo nella neonata colonia di Tenerife.

Ho deciso di accorpare la recensione di questi due romanzi in primo luogo perché sono uno il seguito dell’altro (possono comunque esser letti separati senza problemi) e, secondo, perché la mia opinione su storia, stile, personaggi è la stessa.

Premetto che i romanzi a sfondo storico mi piacciono molto, anche perché è innegabile il loro valore arricchente, e qui indubbiamente il “comparto storico” è interessante e ben studiato, concentrandosi su eventi e momenti che, a scuola, si sorvolano rapidamente e meriterebbero invece un’attenzione maggiore.

Insomma una panoramica sicuramente interessante (la persecuzione dei conversi da parte dell’Inquisizione e l’acquisizione di nuovi territori da parte della corona spagnola).

Per la parte più strettamente “romanzesca”, però, ho avvertito una certa fatica sia nella fluidità della trama con dialoghi poco coinvolgenti e un’evoluzione un po’ piatta sia nella definizione personaggi, purtroppo incolori e che stentano a staccarsi dalla pagina.

Si leggono entrambi molto velocemente complice una prosa semplice e leggera, ma la narrazione in sé è un po’ fiacca.

Forse, sotto forma di saggio, sarebbe stato diverso…

 

error: Attenzione! Questo contenuto è protetto!
Wordpress Copy paste blocker plugin powered by http://jaspreetchahal.org