La coda del diavolo

Cosa è giusto e cosa sbagliato? Maurizio Maggi, a due anni dal suo esordio, torna in libreria con La coda del diavolo e ci pone un dilemma morale: un crimine ne può cancellare un altro?

«La gabbia ha sbarre in metallo sui quattro lati e anche sopra. Il pavimento mostra piccole fessure per lo scarico. Scappare è impossibile. «In linea con le direttive europee sul benessere degli animali» ha detto il padrone. I baffi sottili stonano su quel viso da vecchio. Con gli occhiali in bachelite nera, poi. Potrebbe avere persino quarant’anni per quanto ne sa lei. Alla sua età non è facile capire quella degli adulti. C’è un abbeveratoio nella gabbia, ma il cibo arriva solo da lui, dal padrone. «Tieni, piccola» le dice, infilando fra le sbarre pezzi di patata bollita o di carota cruda. Li stringe fra le dita, obbligandola a leccargliele per avere il cibo, anche a mordicchiarlo a volte. Lei lo fa con molta attenzione, guai a mostrarsi aggressiva. Conosce le conseguenze.»

È una rara notte di temporali, in Sardegna, quando arriva il mostro. La ragazza era riuscita a fuggire, ma lui, il suo rapitore e aguzzino, l’ha inseguita e l’ha uccisa, incurante del fatto che a pochi metri di distanza ci fosse una pattuglia dei carabinieri. Subito arrestato, il mostro viene portato in carcere. Lì, ad attenderlo, c’è un mondo chiuso fra mura spesse e sbarre di ferro alle finestre. Lì, soprattutto, c’è Sante. E l’arrivo di quell’assassino è forse la sua occasione di redimersi. Sante ha un segreto da nascondere, una colpa da espiare, un passato da cui scappare. Eppure, Sante è in prigione per sua stessa volontà. Perché non è un carcerato, ma una guardia, e la sua è una condanna autoinflitta. Ma quella notte tutto cambia. Il mostro è ricco e protetto, ha agganci altolocati. Se la caverà, dice a Sante l’avvocato della madre della vittima. L’assassino ne uscirà, a meno che Sante non intervenga. E lo uccida. L’avvocato promette a Sante un alibi, una copertura, una via d’uscita e soprattutto tanti soldi. Uccidere è la cosa giusta? si chiede Sante. Può un peccato cancellarne un altro? Ma il giorno dopo, nulla di tutto ciò ha più importanza. Sante è un uomo costretto alla fuga e in cerca della verità. Una verità che emerge poco a poco in un quadro sempre più sconvolgente…

L’autore

Maurizio Maggi nato a Torino nel 1956. Ricercatore in un istituto di studi socioeconomici, si è occupato a lungo di musei, lavorando – in Italia, ma anche in Australia, Brasile, Cina – con comunità locali, esperienza che ha trasposto nei suoi romanzi. È stato finalista al Premio Italo Calvino 2014. Ha esordito nella narrativa con L’enigma dei ghiacci (Longanesi, 2016).

Titolo: La coda del diavolo
Autore: Maurizio Maggi
Genere: Noir
Casa editrice: Longanesi
Pagine: 352
Prezzo ed. cartacea: 18,60€

Qui trovi la mia recensione del libro.

L’autore è stato così gentile da rendere il racconto Cartoline da N’Djamena,
con gli stessi protagonisti de La coda del diavolo ma ambientato dieci anni prima,
disponibile gratuitamente
.
Puoi leggerlo qui.


Disponibile dal 6 settembre 2018!


Scopri altre novità in libreria al momento:

Il centenario che voleva salvare il mondo

Torna in una nuova, esilarante avventura il protagonista del best seller mondiale Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve ...
Leggi Tutto

La cena segreta

Gennaio 1497. L’arrivo di alcune lettere anonime contenenti inquietanti insinuazioni getta la corte di papa Alessandro vi nello scompiglio. A ...
Leggi Tutto

Come un padre

Per chiunque, anche per il più spietato dei killer, prima o poi arriva il momento di guardarsi dentro e fare ...
Leggi Tutto

Bianca

Costanza e Silvia hanno vite molto diverse e si sono conosciute da poco, ma già le lega una grande complicità, ...
Leggi Tutto

Resta con me

Tyler Caskey è una presenza insolita per la comunità di West Annett: è giovane e i suoi sermoni sono brillanti, ...
Leggi Tutto

L’ora di Agathe

Si è ancora in tempo a mettere in discussione la propria vita a settant'anni? L'ora di Agathe è la storia dolce e struggente ...
Leggi Tutto

La ragazza invisibile

In questa scuola tutti hanno un segreto. Tutti sono sospettati. O forse tutti sono colpevoli. Una mattina di maggio Aurora Ríos ...
Leggi Tutto

Non era vero

Dall’autrice bestseller di So tutto di te, che ha scalato le classifiche e conquistato Paula Hawkins, Fiona Barton e Lee Child, ...
Leggi Tutto

Il gioco di Santa Oca

Autunno 1652. Un pugno di uomini, stanchi di subire le angherie dei nobili e dei soldati che razziano i paesi ...
Leggi Tutto
Precedente Una di luna Successivo Einstein e io