Crea sito

Esperimenti e catastrofi

Titolo in Italia: Esperimenti e catastrofi
Autore: Frank Herbert
Genere: Fantascienza
Anno di pubblicazione ITA: 2020
Trad. di: Roberta Rambelli
A cura di: Franco Forte

– Ho ricevuto una copia di questo libro –

Noto ai più per il capolavoro fantascientifico Dune, Frank Herbert è stato in realtà uno scrittore abbastanza attivo e prolifico.

In questa raccolta, Esperimenti e catastrofi, che va ad aggiungersi alla collana Oscar Draghi Urania (del primo di questa fantascientifica nidiata avremo parlato qui), troveremo tre dei suoi lavori più maturi e, sotto certi punti di vista, personali:

– L’alveare di Hellstrom (1972);
– Esperimento Dosadi (1977);
– Il morbo bianco (1982).

Il primo (L’alveare di Hellstrom) è ispirato a un documentario del 1971 sulla vita degli insetti del regista David L. Wolper.

Il budget ridotto dell’opera aveva richiesto un taglio narrativo un po’ più sensazionale (per poter attirare spettatori come thriller di fantascienza) e quindi protagonista della vicenda era l’entomologo Nils Hellstorm che, illustrando come gli insetti quali le formiche avessero ben organizzato le loro società, quasi lasciava intravedere una certa simpatia più per il mondo degli insetti che non per quello umano.

Il film divenne poi un successo al botteghino e da qui l’ispirazione di Herbert che decise di riscrivere la storia a modo suo (modo che, a me, è piaciuto molto… anche se cavolo se è inquietante la questione!) secondo uno dei temi che più ricorrono nelle sue storie «e cioè le contraddizioni di una società apparentemente perfetta e utopica, ma mostruosa nelle sue conseguenze per l’individuo umano» (dalla post-fazione di Sandro Pergamo).

Esperimento Dosadi ci porta fuori dal nostro mondo (L’alveare di Hellstrom è ambientato negli USA) ed è proprio un classico romanzo di fantascienza con pianeti sconosciuti e razze aliene che coabitano – più o meno bene – con la nostra.

Infine con Il morbo bianco torniamo sulla Terra e ci spostiamo in Irlanda per seguire il dramma di John Poe O’Neil.

L’uomo, biologo molecolare, si ritrova privato dell’affetto della famiglia quando, in un attentato terroristico dell’IRA, restano uccisi la moglie e i figli (un dramma simile a quello dell’autore per la morte della seconda moglie malata di tumore).

La disperazione lo spingerà a un gesto netto e gigantesche conseguenze sull’intera umanità…

I tre romanzi sono accomunati da un ottimo world building e da importanti tematiche che toccano la sofferenza e la sopravvivenza umana, la religione, la coscienza e il difficile confine tra cosa sia giusto e cosa sbagliato… a seconda dei punti di vista.

La fantascienza viene spesso – a torto – considerata come il genere con le navicelle spaziali e le pistole laser, ma è molto di più.

È un genere che regala grandi considerazioni e forti riflessioni perché enormi possono essere gli impatti di un singolo individuo su un’intera società.

Quindi per gli amanti del genere o se vuoi conoscere Herbert in una vesta avulsa da Dune, Esperimenti e catastrofi è la raccolta che fa per te.

Se vuoi fare,invece, un primo tentativo con questo genere tenendo conto che nei microcosmi che l’autore crea c’è molto più di qualche esperimento andato male, allora anche in questo caso è la raccolta che fa per te!

Stai trovando il contenuto interessante?

Allora lascia un like! Grazie per il supporto!

 
 

error: Attenzione! Questo contenuto è protetto!
Wordpress Copy paste blocker plugin powered by http://jaspreetchahal.org