Come non letto

Rileggere – o leggere – i grandi classici si può e si deve. Come non avere paura dei «libroni di cinquecento, mille, millecinquecento pagine» con il nuovo romanzo di Alessandro Zaccuri: Come non letto 10 classici +1 che possono ancora cambiare il mondo.

Con la letteratura, forse, non si mangia. Ma si può dare da mangiare. I libri, se non altro quelle opere che si meritano il nome di classici, da sempre sono un nutrimento per l’anima, e in certi casi possono anche rivelarsi utili per nutrire i corpi o comunque per aiutare a vivere una vita più dignitosa. È quanto ha sperimentato lo scrittore e critico Alessandro Zaccuri nei suoi incontri pubblici, intitolati Come non letto, che sanciscono una positiva alleanza tra letteratura e solidarietà. Basta avere un concreto progetto di assistenza per i bisognosi, beni (non soldi) da raccogliere e un libro di cui parlare: Zaccuri racconta e interpreta, il pubblico porta in cambio la sua offerta materiale. Come non letto è nato così, ma adesso è cresciuto a sua volta in un libro, i cui diritti saranno devoluti all’Associazione Nocetum di Milano. Suddiviso in dieci capitoli più uno, affronta altrettanti capolavori della narrativa, soprattutto grandi romanzi dell’Ottocento, individuandone le rispettive tematiche fondamentali: il sogno per Don Chisciotte, la vendetta per Il conte di Montecristo, il mistero per Moby Dick, il male per Dracula e così via. Offre in questo modo un’originale chiave di lettura e suggerisce nuove, impreviste prospettive per accostarsi alle opere, e intanto incoraggia il lettore a darne una propria interpretazione (e ovviamente a leggerle o rileggerle). La grande letteratura dimostra di non essere un passatempo per privilegiati e si conferma un’esperienza fondamentale e incisiva, non solo per il piacere del singolo lettore, ma per il bene della società nel suo complesso. E se anche non vogliamo più chiamarla “impegnata”, resta capace di dare il suo piccolo contributo per rendere il mondo un posto migliore.

L’autore

Alessandro Zaccuri (1963) è inviato culturale del quotidiano Avvenire. Narratore e saggista, ha pubblicato diversi libri tra cui ricordiamo Il signor figlio (Mondadori, 2007, premio Selezione Campiello) e Lo spregio (Marsilio, 2016, premio Mondello e finalista premio Comisso).

L’autore sarà ospite al Festival dell’Autobiografia di Anghiari, al Fetivaletteratura di Mantova e a Bookcity a Milano.

Titolo: Come non letto 10 classici +1 che possono ancora cambiare il mondo
Autore: Alessandro Zaccuri
Genere: Varia
Casa editrice: Ponte alle Grazie
Pagine: 196
Prezzo ed. cartacea: 14,00€


Disponibile da settembre 2017!


Scopri le novità del momento: 

La terra scivola

Un grande buco, una voragine, si apre una notte, silenziosamente, in una strada di Torpignattara, a Roma. Gli abitanti del ...
Leggi Tutto

Un misterioso incidente

Il giovane poliziotto P.C. Richardson è in servizio su Baker Street, quando a pochi passi da lui un uomo anziano ...
Leggi Tutto

Storia di Roque Rey

Il giorno in cui lo zio Pedro muore, la zia Elsa chiede a Roque, dodici anni, di indossare le sue ...
Leggi Tutto

Dark Harlem

Frimbo, il più famoso medium di Harlem, è stato ucciso nel suo studio. Quando il dottor Archer e l’investigatore Perry ...
Leggi Tutto

Sleeping Beauties

Il tanto atteso romanzo di Stephen King scritto a quattro mani con il figlio Owen arriva finalmente in Italia: Sleeping ...
Leggi Tutto

Si salvi chi vuole

Avete letto di tutto, dalle regole giapponesi al metodo danese, avete ascoltato guru improbabili, dal Grande Cocomero ai maestri orientali ...
Leggi Tutto

Arabesque

Finalmente Alice ha terminato la specializzazione e questo è il suo primo incarico come medico legale. Dopo 800mila copie vendute, ...
Leggi Tutto

Per quieto vivere

4 giugno 1944. Una donna si getta dal decimo piano di un caseggiato popolare per sfuggire al linciaggio della folla ...
Leggi Tutto

Uomo e donna

Anne Silvester, giovane e raffinata, è accolta come istitutrice presso la famiglia di Lady Lundie, amica d’infanzia della sua sfortunata ...
Leggi Tutto
Precedente Festivaletteratura di Mantova con DeAgostini editore Successivo La mano nera e altri racconti gialli recensione