Sherlock Holmes 4 libri da leggere

Parliamo un po’ di Sherlock Holmes. Direi che ogni presentazione è superflua visti i successi recenti di serie televisive e film ispirati al mito del detective infallibile di Arthur Conan Doyle. Riporto solo pochi esempio e solo più recenti:

sherlock holmes serie tv e film

  • Sherlock, con Benedict Cumberbatch nella parte di Holmes e Martin Freeman in quella di Watson. Si tratta di una versione in chiave moderna, ambientata nei giorni nostri;
  • la stessa modernità è presente anche in Elementary, con Jonny Lee Miller come Sherlock e Lucy Liu come Watson (non ho niente contro Lucy Liu che ritengo una bravissima attrice, ma Watson donna proprio no…);
  • infine, ma non meno famoso, Sherlock Holmes di Guy Ritchie con Robert Downey Jr. (Sherlock Holmes) e Jude Law (Watson).

L’investigatore dal naso aquilino e la mente più perspicace di Londra (se non del mondo! Anche se il dottor Moriarty è un degno avversario per l’intelletto di Sherlock) è diventato un’icona quasi completamente slegata dall’immagine del suo inventore, sir Arthur Conan Doyle.

Ma a cosa è dovuto tanto successo?

Innanzitutto, un ruolo lo giocano sicuramente le sue fini capacità (tra cui anche le doti nel travestimento così precise da rendere Holmes irriconoscibile persino agli occhi di Watson!), ma non pensiamo che queste siano sconfinate, tutt’altro! Parliamo allora delle conoscenze di Sherlock, ma anche dei suoi limiti. Per farlo, mi servirò direttamente delle parole del fido Watson:

«COGNIZIONI DI SHERLOCK HOLMES

  1. Letteratura: zero.
  2. Filosofia: zero.
  3. Astronomia: zero.
  4. Politica: scarse.
  5. Botaniche: variabili. Conosce a fondo caratteristiche e applicazioni della belladonna, dell’oppio e dei veleni in generale. Non sa nulla di giardinaggio e di orticoltura.
  6. Geologia: pratiche, ma limitate. Riconosce a prima vista le diverse qualità di terra. Dopo una passeggiata, mi ha mostrato delle macchie sui suoi calzoni indicando, in base a colore e consistenza, in qual parte di Londra aveva raccolto il fango dell’una o dell’altra macchia.
  7. Chimica: profonde.
  8. Anatomia: esatte, ma poco sistematiche.
  9. Letteratura sensazionale: illimitate. A quanto pare, conosce i dettagli di tutti gli orrori perpetrati nel nostro secolo.
  10. Suona bene il violino.
  11. È abilissimo nel pugilato e nella scherma.
  12. È dotato di buone nozioni pratiche in fatto di legge anglosassone.»

In secondo luogo, gioca un ruolo fondamentale nel successo dei libri sull’investigatore inglese la versatilità.  I racconti o i romanzi che lo vedono come protagonista possono essere letti sia da ragazzi sia da adulti senza che per questo la narrazione subisca delle storture o si verifichino lacune comprensibili solo con una maggior età.

I motivi sono, comunque, tantissimi altri come il fatto che Doyle ci accompagni per mano durante il caso, mostrandoci ogni aspetto dell’essere umano, ma anche l’aver creato un personaggio non infallibile, ma umano (già, talvolta accade che sbagli anche Sherlock).

Insomma, un successo che dura da oltre cent’anni (la prima apparizione di Sherlock, con il famoso “Uno studio in rosso“, risale al 1887). Recentemente, si è poi nuovamente tornati a parlare dei racconti su Holmes a seguito di un ritrovamento in Scozia (l’autenticità del manoscritto è, però, discussa. Leggi qui per maggiori informazioni).

Non voglio tediarti oltre, quindi veniamo al vero motivo di questo articolo. Da dove cominciare o a cosa puntare se si vuole fare la conoscenza con lo Sherlock letterario? Non ho selezionato molti racconti o libri, ma solo quelli che potrebbero avvicinare un lettore interessato ad un primo approccio con l’investigare dall’accento british. Non me ne vogliano, quindi, i fan!

Consiglio di cominciare con “Uno studio in rosso” e a seguire gli altri (anche se, n.b., la raccolta di racconti brevi qui indicata copre un arco abbondante di anni. Volendo si può anche cercare di leggerla di pari passo con l’ordine cronologico dei libri).

Ah! Quasi dimenticavo: dal momento che le opere di Sherlock fanno parte dei c.d. libri di dominio pubblico possono essere scaricate gratuitamente online, senza violare la legge o copyright o diritti di autore (ovviamente, online gratis si trovano edizioni diverse da quelle che io ho usato nell’articolo; qui trovi un mio articolo su dove poter scaricare libri di pubblico dominio).

Sherlock Holmes libri da leggere

 

Uno studio in rosso

sherlock holme libri da leggere - uno studio in rosso


 

Il mastino dei Baskerville

sherlock holmes libri da leggere - il mastino dei


 

Il segno dei quattro

sherlock holmes libri da leggere - il segno dei quattro


 

Racconti scelti dall’autore

sherlock holmes libri da leggere racconti scelti dall'autore

 

** Buone letture! **


citazione-sherlock-holmes


 

Preferiti & Consigliati – Marzo 2015

L’immagine di copertina e il titolo sono cambiati, ma la rubrica è sempre la stessa.
Ricapitoliamo assieme le letture di questo mese: i libri consigliati, i libri sconsigliati e quelli che nì… insomma.

Questo mese niente orrolibri! ^^
(E meno male che stavolta non faccio la figuraccia del mese scorso! XD).

Libri consigliati…

recensione elogio dei giudici«Non so se la parola “tribunale” abbia la sua radice etimologica nel numero tre, come l’assonanza potrebbe far credere: tribunale, perché è composto di tre giudici. Probabilmente l’etimologia è un’altra; ma un avvocato che non aveva l’obbligo di essere glottologo, alzandosi a parlare dinanzi a un tribunale in cui uno dei giudici s’era addormentato saporitamente, pensò che fosse più appropriato cercare l’etimologia, anziché nel tre, nel bis: e cominciò, rivolgendosi ai due veglianti: – Signori del Bibunale…-» [CONTINUA A LEGGERE…]


recensione la banalità del male«Goebbles aveva dichiarato nel 1943: “Passeremo alla storia come i più grandi statisti di tutti i tempi, o come i più grandi criminali”» [Hannah Arendt, La banalità del male, Saggi universale economica Feltrinelli, undicesima ed.,  2006]. Apro con questa citazione e con queste conseguenti considerazioni (che poi la stessa Arendt fa nel corso della trattazione con più proprietà di linguaggio e chiarezza di quella che userò io)… [CONTINUA A LEGGERE…]


Recensione il richiamo del cuculoLula Laundry è giovane e bellissima (è una top model di successo), è ricca e frequenta Evan Duffield, musicista e attore (con qualche problemino di droga). Abiti di marca, amici famosi, soldi, feste e fama. Insomma, una vita praticamente perfetta. Eppure, una notte, senza spiegazioni o biglietti d’addio, la ragazza si suicida, gettandosi dal terrazzo del suo appartamento. Tre mesi dopo. Robin deve presentarsi all’appuntamento… [CONTINUA A LEGGERE…]


… Nì…

recensione acqua agli elefantiJacob Jankowski è studente di veterinaria in una prestigiosa università. Le sue sono le preoccupazioni di un ventitreenne medio: l’amore e lo studio (più che altro la prima). Eppure, qualcosa sta arrivando a cambiare completamente il suo destino. Durante una lezione, infatti, il preside fa irruzione in aula, richiamandolo. Jacob ripercorre mentalmente tutta una serie di “malefatte” (liquore e fumetti osceni) e già sa che verrà espulso… [CONTINUA A LEGGERE…]


recensione la regola dell'equilibrio

Guido Guerrieri è un avvocato del foro di Bari, un po’ stanco della sua professione. Lo troviamo a chiacchiera con l’amico Tancredi sui gradini del tribunale cittadino. I due si scambiano convenevoli (dal tono un po’ forzato… non per colpa del personaggi. Vi spiegherò dopo…), fino a quando ecco che arriva la prima bomba: Guerrieri è malato… di leucemia. A quella notizia improvvisa, l’amico Tancredi sobbalza, chiede spiegazioni, si preoccupa (giustamente)… Ah, ricordate… [CONTINUA A LEGGERE…]


recensione l'alba del mondoLewis è colonnello in carica per la ricostruzione di Amburgo (siamo nel 1946). La città (la Germania, in generale) è stata divisa in più parti: ai russi le fattorie, ai francesi il vino, agli americani il panorama e agli inglesi le macerie. Ovviamente, Lewis è inglese («ufficiale dalla reputazione eccellente e con uno stato di servizio impeccabile»). La guerra è stata inclemente con tutti (sia vinti che vincitori) ed il compito che spetta a Lewis non è … [CONTINUA A LEGGERE…]

Jane Austen – 3 libri consigliati

jane austen libri consigliatiLo so… Lo sapevi; te lo aspettavi che sarebbe arrivato questo giorno… Era troppo evidente. Tutto quel parlare di Jane Austen investigatrice e poi quei discorsi sul fare addirittura shopping con Jane Austen!
Il momento fatidico è, quindi, arrivato.

Eccoti i miei libri consigliati scritti dalla cara Jane Austen.

Ma prima… Un po’ di storia. O almeno la mia storia con la Austen (tanto è inutile che mi ripeta: la vita di Jane Austen è stata descritta in ogni salsa e rischierei solo di ammorbarti con le mie solite baggianate e sviolinate. Se sei interessato/a ai dettagli, guarda qui).
Tutto comincia qualche (parecchi… sic!) anno fa, quando ancora frequentavo il liceo. La Austen mi fu presentata come “quella che scrive di donne che stanno in casa”.  Quindi, non è che mi fosse stato trasmesso molto entusiasmo. All’epoca poi ero nella mia fase: “sono femminista, che nessuno mi parli di donne succubi, chiuse in casa a pensare solo ad un buon partito”. Poi, non ricordo nemmeno come, vidi il film di Orgoglio & Pregiudizio (quello dove Keira Knightley è Lizzy) e mi sono detta: “Cavolo, che caratterino… Non è possibile!”.
Così una mia amica mi regalò il libro e… wow!! Da quel momento viene un periodo dell’anno in cui mi devo prendere la mia c.d. “Pausa Jane“. Perché? Perché la Austen è riuscita a rendere i suoi personaggi femminili forti e carismatici, indipendenti (nell’Inghilterra di fine ‘700!!!!!!), talvolta anche sfacciate (ogni tanto vorrei avere la stessa verve di Emma). Non necessariamente belle (Fanny combatte con la sua intelligenza), ma forti, capaci di reggere ad ogni tempesta. Ed è anche per questo che mi piace: è riuscita a cogliere un modello di donna immortale! È riuscita a scavare nel profondo intimo di ogni donna e a renderlo noto a tutti senza, però, scadere nel melenso.

Così, veniamo ai libri consigliati (che, poi, corrispondono ai miei preferiti… anche se non è stato per nulla semplice scegliere i migliori tre! >.<).
In verità, ti consiglierei di leggere tutti i romanzi della Austen (in totale sono sei), ma mi rendo conto che il tempo, gli impegni quotidiani e altri intoppi non consentano di leggere tutto quello che si vorrebbe.

Buone letture!

Orgoglio e pregiudizio
(scontatissimo =p)

orgoglio e pregiudizio


Mansfield Park

mansfield park


 Emma

emma

Libri consigliati e orrolibri di Febbraio 2015

Complici i 28 giorni di febbraio e alcuni impegni che si sono accumulati, questo mese il riepilogo è breve come non lo è mai stato: solo tre letture. Che imbarazzo… Fortuna che marzo è alle porte e ho la possibilità di rifarmi!
Il fatto positivo è che questa volta è andata bene e, stavolta, i libri che mi sono piaciuti (e che mi sento di consigliarvi) sono la maggioranza (2 su 3).
Veniamo, quindi, a noi e diamo un’occhiata a questo brevissimo resoconto delle mie letture di febbraio.

I libri consigliati

in libreria e al cinema

Tutto comincia nel 1962 (sebbene qualche anno prima, Stephen e Jane si fossero incrociati casualmente a scuola, ma non si fossero rivolti la parola né prestato troppa attenzione l’uno all’altra), quando uno strano giovanotto con l’andatura goffa ed il volto seminascosto dalla scomposta frangia di capelli castani viene notato (e fissato «in modo un po’ villano») da Jane e le sue amiche. Una di loro ha una rivelazione da fare: si tratta di Stephen Hawking, con il quale [CONTINUA A LEGGERE…]


the imitation game

Alan Turing era «figlio dell’impero britannico» e la sua famiglia poteva vantare un sostrato di classici gentleman (mercanti, soldati, uomini di chiesa), tanto che le origini dei Turing venivano fatte risalire ad un lontano titolo di baronetto creato nel 1638.
Secondogenito di Julius Mathison Turing, funzionario dell’Indian Civil State (la pubblica amministrazione [CONTINUA  A LEGGERE…]


… e anche no

recensione la cacciatrice di ossaTemperance Brennan è un’antropologa forense. Il suo compito? Recuperare e analizzare i cadaveri (in qualunque stato essi si trovino).
Al momento ha appena terminato di esaminare i resti di una casalinga, il cui corpo è stato ritrovato in una cava (luogo indicato dall’assassinio stesso – un camionista – che ha deciso di confessare). Sembra, però, che non ci sia pace per lei ed infatti, mentre è sulla via del ritorno verso casa, una [CONTINUA A LEGGERE…]


Libri consigliati e orrolibri – Gennaio 2015

[schema type=”review” author=”The Books Blender” pubdate=”2015-01-30″ ]Stavolta, come potete vedere, sono partita per tempo. Sebbene, infatti, ancora gennaio non sia proprio fine (anche se siamo davvero agli sgoccioli), mi appresto a fare il resoconto delle mie letture (libri consigliati e non) di questo mese.

Ah, piccola nota, come potete vedere sto ancora leggendo Alan Turing. Storia di un enigma e, come vedrete, non l’ho inserito nelle letture di gennaio (nonostante abbia iniziato a leggerlo pochi giorni fa). C’è una spiegazione a questo: il libro è di circa 700 pagine, scritto in micrognomico (termine che uso per indicare caratteri particolarmente microscopici per la cui, per leggere, devi letteralmente staccarti il bulbo oculare e appiccicarlo alla pagina… scusate l’immagine poco carina!). Quindi, sebbene la lettura mi piaccia davvero molto, vado a rilento anche per salvaguardare i miei occhi (già sono abbastanza ciecata di mio ed il carattere 8 in cui è scritto il libro non mi facilita il compito). Mi scuso, quindi, ma, abbiate fede, che presto arriverà anche la recensione del libro di Hodges!

I LIBRI CONSIGLIATI…

recensione l'amore bugiardo

Nick ed Amy sono una coppia (anzi, la coppia: lei bellissima e intelligente, di successo e ricchissima, dato che i suoi genitori sono – o, visto il passare del tempo, erano – autori del libro di formazioni per genitori e bambini, La Mitica Amy; lui altrettanto bello, giornalista capace e bravo ragazzo). Vivono a New York nel loro bellissimo e sofisticato [CONTINUA A LEGGERE…]

 


american sniper

Chris Kyle (1974-2013) ci conduce per mano in mezzo agli spari, ai colpi di mortaio, RPG, granate, amici e compagni caduti, raccontandoci la sua esperienza nelle varie missioni che compì in Medio Oriente, a partire dal 2003. Dopo il diploma, la carriera nei rodei e la vita da cowboy tra i ranch texani, Kyle si arruola tra le fila del SEAL, detti anche gli uomini-rana, reparto super-mega-specializzato delle [CONTINUA A LEGGERE…]


… Nì…

recensione bel amì

Georges Duroy è un giovane spiantato, rientrato in Francia da due anni, dopo essere stato ufficiale negli Ussari in Algeria. Da sei mesi si trova a Parigi, dove sperava in grandi successi e sfarzi, ma, per il momento la fortuna, sembra essersi scordata di lui.
Così, incontriamo il nostro uomo con pochi soldi in tasca [CONTINUA A LEGGERE …]


recensione maze runner la mutazione

Thomas è sotto la macchina; i suoi ricordi stanno per essere cancellati completamente. Theresa, la sua migliore amica, lo guarda attraverso una finestra che si affaccia sul tavolo operatorio dove è disteso il suo amico. La procedura comincia, la macchina comincia a ticchettare, strane protuberanze si conficcano nel cervello di Thomas e cominciano il loro lavoro. Pochi minuti [CONTINUA A LEGGERE…]


 

recensione addio e grazie per tutto il pesce

Avevamo lasciato Arthur con la ferma convinzione di trovare il messaggio finale di Dio al creato, la cui ubicazione gli viene svelata da Prank (un uomo a cui è stata iniettata una dose massiccia di siero della verità e che, quindi, adesso non può fare a meno di rivelare “tutta la verità, nient’altro che la verità”). E, in questo nuovo episodio, ritroviamo il nostro Arthur sulla Terra. Già, quella Terra che, all’inizio della saga, era stata demolita dalla flotta Vogon per fare spazio [CONTINUA A LEGGERE…]


… E PROPRIO NO.

recensione praticamente innocuoTricia (no, non quella che abbiamo conosciuto all’inizio della Guida, ma un’altra Tricia di una non meglio precisata dimensione parallela), dopo una laurea in astrofisica, decide di fare la anchorwoman. La troviamo piena di dubbi ed incertezze, ma pronta a cogliere qualunque occasione le si presenti. Infatti, il mancato l’incontro con Zaphod (nel senso che i due si sono conosciuti, ma mentre Tricia, prima di seguirlo nel loro viaggio nello spazio, era corsa a prendere [CONTINUA A LEGGERE…]