So che ci sei Anteprima

so che ci sei recensione

◊ ◊ ◊

Dopo più di 7.000 download, So che ci sei arriva anche sugli scaffali delle librerie, edito da Piemme.

C’è qualcosa di peggio che essere tradita e mollata dal ragazzo con cui pensavi di passare tutta la vita. Ed è vederlo online su WhatsApp, per tutta la notte, e sapere che non sta scrivendo a te, non sta pensando a te, ma a qualcun altro. È proprio quello che capita a Gioia al suo ritorno da Londra, dopo aver passato mesi facendo di tutto per tornare da Matteo, cantante di un gruppo rock che sembrava irraggiungibile e invece quattro anni prima era diventato il suo ragazzo. Peccato che ad aspettarla all’aeroporto, al posto di Matteo, ci sia il padre di Gioia, l’aria affranta e un foglio A4 tra le mani, con la magra e codarda spiegazione del ragazzo che non ha neanche avuto il coraggio di lasciarla guardandola negli occhi. Dopo mesi di clausura, chili di gelato e un rapporto privilegiatissimo col suo piumone, però, Gioia si fa convincere a passare un weekend con le sue migliori amiche a Barcellona. Non c’è niente di meglio di un viaggio, qualche serata alcolica e un po’ di chiacchiere tra donne per riparare un cuore infranto. Se poi a questo si aggiunge un incontro del tutto inaspettato con un uomo che pare spuntato direttamente dalla copertina di un magazine di successo, la possibilità di ricominciare pare ancora più vicina. E, soprattutto, la consapevolezza che l’amore vero non ha bisogno di “ultimi accessi” di status o faccine sorridenti. È tutto da vivere, là fuori, a telefoni rigorosamente spenti.

Non voglio rovinarmi la lettura, quindi non voglio leggere altre recensioni o opinioni per evitare spoiler!
Dico solo che lo spunto di partenza mi piace molto, anche perché parte da un’idea semplice, ma comune a tutti: WhatsApp.
In quanti, infatti, ci siamo chiesti come mai il/la nostro/a interlocutore/ice non ci rispondesse nonostante fosse online? Quante volte ci siamo chiesti dove fossero finiti e cosa aspettassero a rispondere visto che il messaggio era stato consegnato!?
Insomma, sì: WhatsApp è per tanti versi utile, ma per altri è altamente deleterio!
E, nel mondo di oggi, sembra quasi non esista più altro mezzo per comunicare che la messaggistica istantanea.
Comunque, come se non bastasse, la nostra povera protagonista (già ho deciso di chi prenderò le parti! =p) ha anche altri grattacapi per la testa.

Basta con le ciance! Comincio la lettura, quindi resta sintonizzato/a: a breve arriverà la mia recensione! ^^

Già disponibile. 
Pagine: 406
Prezzo di copertina: 18,50€

Qui la mia recensione!


 

Precedente Novità Libri Luglio - 1° settimana Successivo L'Erede della luce recensione