L’eleganza del riccio recensione

recensione l'eleganza del riccioTitolo originale: L’élégance du hérisson
Anno di pubblicazione: 2006
Autrice: Muriel Barbery
Genere: Romanzo
Titolo in Italia: L’eleganza del riccio
Anno di pubblicazione ITA: 2007

Renée Michel è, almeno all’apparenza, una semplice e standardizzata portinaia di un palazzo di signorotti per bene. Fa esattamente ciò che i condomini alto borghesi si aspettano da lei, corrispondendo al classico cliché della portinaia un po’ zotica, un po’ ottusa e, soprattutto, disponibile a rispondere alle insulse richieste degli altolocati inquilini. Non sempre, però, le cose sono come appaiono e Renée è, in verità, una donna estremamente intelligente e colta, dalla mente attiva e dal pensiero sofisticato. Purtroppo, però, le etichette sono più importanti del resto e nessuno si sofferma, neanche per un istante, a pensare che ci potrebbe essere altro oltre all’apparenza. Non che questo dispiaccia a Renée, il cui obiettivo quotidiano è quello di non mostrare le proprie carte e continuare a passare come la sempliciotta che i condomini vogliono che sia.
Pochi piani più in alto della guardiola di Renée (solo pochi metri di distanza che nascondono, però, il profondo e insanabile abisso sociale tra i ricchi ed il resto del mondo), abita Paloma Josse, una ragazzina di tredici anni, con le idee molto chiare e la mente molto aguzza. Il suo dispiacere più grande? La famiglia, la sua stessa famiglia, così ipocrita, ottusa, pomposa, pedante, boriosa, perfettamente cristallizzata nell’ideale sociale di famiglia facoltosa e rispettabile, quindi inevitabilmente migliore di tutti quelli che stanno sui gradini più bassi della rigida gerarchia sociale. La decisione di Paloma è una ed è irrevocabile: il suicidio. Il suicidio come una via di fuga da una famiglia ipocrita impossibile da curare. E una punizione per la sua famiglia: l’incendio dell’appartamento in cui vivono.

Bello. Lo so, è tristemente riduttivo, e mi dispiace, ma non riesco davvero a descrivervi in altro modo la sensazione provata leggendo questo libro. Una boccata d’aria fresca per il modo in cui è scritto, per il linguaggio usato che sembra quasi musica, per il significato che le frasi producono, per i pensieri espressi così finemente, per la facilità con cui le parole si trasformano in immagini e per tutte le verità contenute. Meraviglioso. Dopo tanto tempo, la lettura di un libro mi ha commossa.

Voto: 5/5


 

Hai letto anche tu "L'eleganza del riccio"? Che ne pensi?

View Results

Loading ... Loading ...

I commenti sono chiusi.