La pienezza del vuoto

Fisica e saggezza orientale unite nel nuovo libro dell’astrofisico Trinh Xuan Thuan: La pienezza del vuoto.

Che cos’è il vuoto? Di che cosa è fatto? Perché ci fa paura? Non è facile per l’uomo, soprattutto quello occidentale, pensare e accettare il nulla. Eppure interrogarsi sulla sua natura pare inevitabile. Lo hanno fatto, e continuano a farlo, filosofi e matematici, scienziati e teologi, poeti e premi Nobel, cercando di tessere intorno all’horror vacui una storia plausibile. In queste pagine l’astrofisico Trinh Xuan Thuan ci conduce in una lunga cavalcata dalle origini ai giorni nostri attraverso la Bibbia e l’I Ching, Aristotele e al-Khwarizmi, la rivoluzione di Newton e le teorie di Einstein, la nascita della meccanica quantistica e la scoperta del Big Bang. La conclusione cui giunge è sorprendente: la fisica e la cosmologia contemporanee propongono una visione del mondo molto simile a quella delle maggiori tradizioni spirituali orientali che, invece di temere il vuoto, lo vivono come possibilità di mutamento, e dunque di vita. È nel dialogo armonico tra gli opposti – Yin e Yang, energia e materia, attrazione e repulsione – che si nasconde il mistero, insieme vuoto e pieno, dell’universo. Un mistero che ha a che fare con la scienza, ma anche con l’etica e con la politica. Perché se è vero che, come le particelle e gli atomi, siamo interconnessi nella grande rete del cosmo, la nostra felicità dipende da quella degli altri.

L’autore

Trinh Xuan Thuan, astrofisico, è nato ad Hanoi – Vietnam – nel 1948. Ha studiato negli Stati Uniti, a Princeton, e insegna in Virginia. È francofono, e scrive libri di divulgazione scientifica e di spiritualità in questa lingua.

 

Titolo: La pienezza del vuoto
Autore: Trinh Xuan Thuan
Genere: Saggio
Casa editrice: Ponte alle Grazie
Pagine: 320
Prezzo ed. cartacea: 11,99€


Disponibile dal 6 luglio 2017!