Margaret Atwood e le graphic novels

margaret atwoodMargaret Atwood: un nome famoso (anche se, forse, in Italia non così tanto come in USA/Canada).
Insomma, la Atwood è considerata la scrittrice vivente di narrativa e fantascienza più premiata [cit. Wikipedia], ma non solo. È anche una scrittrice poliedrica.
Oltre a dedicare la “penna” alla stesura dei suoi romanzi, infatti, Margaret Atwood è famosa che per le sue poesie, ispirate a miti e fiabe, racconti (pubblicati sulla rivista Playboy) e per la sua attività a favore del femminismo.

Personalmente, conosco questa scrittrice grazie a L’assassinio cieco, libro che lessi tantissimo tempo fa (per la verità, è qualche tempo che vorrei rileggerlo).

Insomma, oggi sono qui a parlare di lei per un risvolto “particolare”.

È stata, infatti, annunciata una partnership (chiamiamola così) tra la Atwood e la Dark Horse, storica casa fumettistica americana (famosa, tra gli altri, per 300, Hellboy, Sin City…).
Nel 2016, vedrà le stampe una graphic novel intitolata “Angel Catbird”, scritta – ovviamente – dalla signora Atwood e disegnata da Johnnie Christmas.
La data di uscita prevista (almeno nel continente americano) è autunno 2016.

margaret atwood

La storia, come riporta il NY Times, sarà composta di tre volumi (al prezzo di  $10.99 cadauno) e si rivolge al pubblico di qualunque età. Come ha affermato la Atwood, l’eroe sarà una via di mezzo tra un gatto ed un gufo, con conseguenti seri problemi di identità:

Due to some spilled genetic Super-Splicer, our hero got tangled up with both a cat and an owl; hence his fur and feathers, and his identity problems.

Questa serie, in verità, nasconde dietro un progetto di tutela e cura sia dei gatti che degli uccelli (il programma Keep Cats Safe and Save Bird Lives è curato dalla Nature Canada).

Chissà se la vedremo tradotta anche in Italia?


I commenti sono chiusi.