In libreria e al cinema – Novembre 2015

Vediamo se questo mese riesco a non trascurare questa rubrica!
Cominciamo subito con lo scoprire cosa ci riserva questo novembre con le pellicole ispirate ai libri.

In libreria e al cinema – Novembre 2015

 

Pan

Da giovedì 12 novembre al cinema

In libreria e al cinema - Novembre 2015 - peter pan

Peter Pan non ha certo bisogno di presentazioni. Avevamo parlato dell’uscita del film qualche tempo fa in questo articolo di quasi un anno fa.

«Nel momento in cui dubiti di poter volare, perdi per sempre la facoltà di farlo». È questa la ragione che spiega il mistero, semplice eppure profondo, del fascino di Peter Pan. La magia dei personaggi e delle atmosfere deriva da un’incrollabile fiducia nella forza dei sogni: con la sua freschezza e vitalità, questo strano ragazzo vola, insieme con i lettori, «dritto fino al mattino». Nel primo racconto, Peter Pan nei giardini di Kensington, Peter è un bambino fuggito dalla culla che vive nel grande parco, tra saggi pennuti, fate e creature di sogno. In Peter e Wendy ha invece già raggiunto la famosa “Isolachenoncè”, e
affronta bizzarre avventure in quella terra fantastica, popolata da pirati, sirene, pellerossa e da un feroce coccodrillo divoratore di uomini e sveglie…
«Chiedete a vostra madre se da bambina conosceva Peter Pan, e lei vi risponderà: «Ma certo, piccola»; domandatele poi se a quei tempi egli se ne andava in giro a dorso di capra e vi dirà: «Che domanda sciocca, certo che sì»


 

Hunger Games Il Canto della rivolta – II Parte

Da giovedì 19 novembre al cinema

hunger games il canto della rivolta - II parte

Il finale che tutti i fan stavano aspettando.

Contro tutte le previsioni, Katniss è sopravvissuta agli Hunger Games per la seconda volta. Ma anche se ora è lontana dall’arena sanguinaria, non può dirsi salva. Capitol City è molto arrabbiata. Capitol City vuole vendetta. E chi è destinato a pagare per i disordini? Katniss, ovviamente, la Ragazza di fuoco. Come se non bastasse, il Presidente Snow tiene a precisare che ormai tutti sono in pericolo, nessuno escluso: la famiglia di Katniss, i suoi amici più cari, tutti gli abitanti del Distretto 12.
Ora che la scintilla si è trasformata in un ardente fuoco di rivolta, alla Ghiandaia Imitatrice non resta che spiccare il suo volo verso la libertà.


Mr. Holmes

Da giovedì 19 novembre al cinema

mr. holmes

Ormai sai che non sono molto ben disposta verso i libri che “rimaneggiano” grandi successi (vedi i miliardi di riadattamenti o “sequel” di Orgoglio e Pregiudizio o il più recente caso della serie di Millennium). Quindi, sicuramente niente libro. Ma il film? C’è Ian Mckellen, un mostro sacro della recitazione! Posso ignorarlo così? No; direi proprio no ^^.

Sono trascorsi quarantaquattro anni da quando Sherlock Holmes ha abbandonato il suo appartamento in Baker Street e si è trasferito in un cottage sul versante meridionale delle colline del Sussex. Aveva quarantanove anni allora, e il trambusto delle strade di Londra, così come gli intricati pantani architettati dalle menti criminali, all’improvviso non lo attirarono più. Ora è un novantatreenne con i capelli candidi, folti e lunghi e la pelle che sembra un velo sottile di carta di riso sopra un fragile scheletro. A volte si fruga in tasca alla ricerca di un sigaro o di un cerino introvabile; a volte dimentica volti e fatti, visti e accaduti giusto qualche istante prima. A dispetto, però, di questi imperscrutabili cedimenti della memoria, è ancora agile di corpo e di mente e il suo sguardo conserva una luce che gli anni non hanno smorzato. La vita nel Sussex va, dunque, oltre il semplice appagamento. Holmes trascorre la maggior parte delle sue ore di veglia nella serena solitudine del suo studio oppure tra le creature che costituiscono l’oggetto delle sue cure da quarantaquattro anni a questa parte: le api. Roger, il figlio di Mrs Munro, la governante di casa, lo aiuta agli alveari. E sebbene non apprezzi molto la compagnia dei bambini, Holmes non può negare che quel ragazzo susciti in lui autentiche emozioni paterne… “Mr Holmes” è precedentemente apparso in Italia nelle edizioni Giano col titolo “Un impercettibile trucco della mente”.


 

Miss Julie

Da giovedì 19 novembre al cinema

miss julie

Mea culpa. Sinceramente, non conosco il libro da cui è tratto il libro né il suo autore. Mi sa che dovrò rimediare!

Tutto ruota intorno alle verità nascoste dai protagonisti e comincia con la tresca fra il domestico Jean e la cuoca Kristin in una tenuta scandinava di fine Ottocento dove fa la sua spettrale apparizione la figlia del padrone di casa. Julie è una venticinquenne, già avvizzita dentro per colpa di un intrigo familiare di cui sconta le conseguenze. Nemmeno la possibilità di un amore con il domestico può salvarla dal proprio destino. Ma il libro è anche un processo di rivelazione che consente al lettore di scoprire la natura dell’arrivista e perfido Jean, nonché i misfatti di Kristin, che sembrava un’innocente. In un crescendo incalzante fatto di splendido teatro, “Signorina Julie” si impone con la forza irripetibile della vicenda firmata da August Strindberg, maestro del teatro nordico, che non attenua i toni più scabrosi e denuda di continuo gli aspetti intimi del rapporto tra i protagonisti.


 

Victor Frankenstein

Da giovedì 26 novembre al cinema

frankenstein

Temo che si tratti di una storia pericolosamente romanzata rispetto all’originale, ma nel cast abbiamo James McAvoy (dottor Frankenstein) e Daniel Radcliffe (Igor).

 

I commenti sono chiusi.