Grandi classici il cui titolo è stato stravolto

Riprendendo questo articolo di Bustle.com, ecco una lista di grandi classici il cui titolo è stato stravolto.

dracula

Dracula. Dracula. Insomma, chi non lo sconosce Dracula?
Eppure, il suo titolo originale sarebbe dovuto essere Count Wampyr. Poi, The Dead Un-Dead (cioè il morto non-morto).
Tuttavia, dopo che Bram Stoker s’imbatté nella storia di Vlad II (detto l’Impalatore) e nel suo pittoresco cognome (Dracul), il titolo fu cambiato nuovamente per rimanere quello che conosciamo anche noi: Dracula.

Austen - orgoglio e pregiudizio

Forse è il caso più conosciuto. Il famoso (e bellissimo =p) romanzo di Jane Austen, Orgoglio e Pregiudizio (Pride and Prejudice nella versione originale), è nato, in verità, con un nome ben diverso: First Impressions (Prime impressioni).

il buio oltre la siepe

Ora, già qui in Italia abbiamo avuto un certo stravolgimento di To Kill a Mockingbird: (traduzione letterale: uccidere un mimomimo, un uccellino passeriforme, noto anche come tordo americano) e cioè Il buio oltre la siepe.
Il suo titolo originario era diverso: Atticus, ma l’autrice preferì cambiarlo per rendere la storia meno legata ad un unico personaggio.

il signore degli anelli

Epica la saga de Il Signore degli Anelli. Anche chi non ha mai letto i tre libri (La compagnia dell’Anello, Le due Torri ed Il Ritorno del re) ne conosce per forza le trasposizioni cinematografiche di Peter Jackson.
In ogni caso, l’attuale Lord of the Rings era originariamente conosciuto con un altro nome: The War of the Ring.

guerra e pace

Prima, Lev Tolstoy pensò di chiamare la sua opera Tutto è bene ciò che finisce bene; poi optò per L’anno 1805 e, infine, arrivò il nome giusto: Guerra e Pace.

via col vento

Il primo titolo, Mules in Horses’ Harness (in cui harness gioca il significato di imbrigliare o finimenti e bardature per animali), è effettivamente molto meno romantico di quello che conosciamo noi.
Ma i titoli furono diversi, prima di giungere a quello definitivo di Via col vento: Tomorrow Is Another DayBugles Sang True Not in Our Stars.

il grande gatsby

Stesso dicasi anche per Il grande Gatsby (The Great Gatsby), opera magna di Francis Scott Fitzgerald. Il titolo originale dell’opera era molto diverso. S’intitolava, infatti, Trimalcione del West Egg (Trimalchio in West Egg).
Anzi, per la verità Fitzgerald, per nulla convito del titolo della sua opera “Il Grande Gatsby“, fino all’ultimo cercò di convincere l’editore a modificarne il titolo, tanto che le primissime edizioni dell’opera riportano il nome di Trimalcione nel West Egg. Successivamente, questo titolo venne giudicato troppo elitario (Trimalcione è il protagonista dell’opera di Petronio, Il Satyricon), così Fitzgerald volle chiamarlo Sotto il rosso, bianco e blu, ma le nuove edizioni erano già in stampa e così il titolo rimase quello noto anche a noi.

1984

1984 ha ispirato tantissimo non solo la cultura letteraria, ma anche il cinema, il mondo dei fumetti (numerosi sono i richiami a questo libro di George Orwell in V per Vendetta, ad esempio) e, bè… ehm, purtroppo anche la televisione (ma non è certo colpa di Orwell… Parlo del reality show Il Grande Fratello).
Insomma, il primo titolo di quest’opera era The Last Man in Europe.

il giardino segreto

Infine, Il Giardino segreto, poetica e classica storia per bambini, aveva in realtà un nome un po’ ambiguo: Mistress Mary (Padrona Mary).


  • Penny Lane

    Bellissima l’idea de Il grande gatsby! (Ma da latinista mi rendo conto che la mia visione sia un po’ traviata..) Un po’ meno quella di Guerra e Pace!
    Complimenti per l’articolo 🙂

  • MarcoPioggia

    Molto interessante. Il titolo di un libro è una componente davvero molto importante, anche se magari siamo un po’ condizionati ora dall’essere abituati a quello attuale. Ad esempio se Via col vento fosse intitolato Domani è un altro giorno, probabilmente lo troveremmo il titolo migliore. Altri invece sono davvero improponibili e per fortuna li hanno cambiati. Vale per i libri e vale per i film. Se Blade Runner si fosse intitolato come il racconto da cui è tratto, non so se avrebbe avuto il medesimo successo.