American Sniper recensione

american sniperTitolo originale: American Sniper
Anno di pubblicazione:
Autore: Chris Kyle con Jim DeFelice e Scott McEwen
Genere: Autobiografico
Titolo in Italia: American Sniper – Autobiografia del cecchino più letale della storia americana
Anno di pubblicazione ITA: 2014

Chris Kyle (1974-2013) ci conduce per mano in mezzo agli spari, ai colpi di mortaio, RPG, granate, amici e compagni caduti, raccontandoci la sua esperienza nelle varie missioni che compì in Medio Oriente, a partire dal 2003. Dopo il diploma, la carriera nei rodei e la vita da cowboy tra i ranch texani, Kyle si arruola tra le fila del SEAL, detti anche gli uomini-rana, reparto super-mega-specializzato delle Forze Armate USA. Infine, seguiamo la sua vita in guerra… luci e ombre dell’umanità, l’importanza dei valori umani, l’ardore verso la patria, i rapporti che si incrinano con la moglie (vi sono, nella narrazione, dei brevi inframmezzi in cui Taya, moglie di Chris, spiega la sua opinione, le sue paure ed i suoi desideri con grande sincerità e senza risparmiare qualche frecciatina al marito), la sua “trasformazione” in micidiale sniper (=cecchino).
Quella di Kyle è un’importante testimonianza e tante sono le riflessioni e gli spunti, sebbene su alcune parti ci si possa dire più o meno d’accordo. Si tratta di eventi di cui siamo stati tutti testimoni, certo in modo profondamente diverso da quello di Kyle, ed, in un certo modo, si trattava sempre di echi distanti, lontani, quasi estranei. Ci si ricordava di quello che accadeva là, solo se i telegiornali riportavano qualche notizia.
E invece è importante non scordare.

Non posso darvi una valutazione qui. I personaggi sono veri; le storie, spesso drammatiche, pure… L’intreccio è quello inevitabile della vita e non c’è voto per questo.
Però, questo posso dirvi: non c’è bisogno di essere appassionati di armi o di guerra per leggere questo libro, tutt’altro. Si tratta di storia, di vita e leggere e conoscere è l’unica cosa che ci può aiutare a crescere e a migliorarci come persone.


P.S. Ho visto anche il film ispirato a questo libro. Se sei interessato/a a conoscere la mia opinione di lettrice sul film, leggi qui.

I commenti sono chiusi.