Alakim Luce dalle tenebre recensione

Recensione Alakim Luce dalle TenebreTitolo: Alakim Luce dalle tenebre
Autrice: Anna Chillon
Genere: Urban-fatntasy/Erotico
Anno di pubblicazione: 2013

– Ho ricevuto una copia di questo libro dall’autrice in cambio di un’onesta recensione –

Alakim, un Serafino decaduto e maledetto da Lucifero stesso, ha bisogno di informazioni e, ormai, ha poco tempo a disposizione. Sta cercando una persona speciale, anzi una donna speciale: un’Invocantes, l’unico essere in grado di chiamare gli angeli e obbligarli ad incarnarsi qui sulla Terra.

Perché? Bè, c’entra Lucifero, i patti che non andrebbero mai stetti con Satana e la corruzione che corrode l’animo dell’angelo Alakimael (= Alakim); i ricordi della sua vita eterea completamente svaniti.

Forse qualcuno potrebbe aiutarlo nella sua ricerca o, almeno, direzionarlo sulla pista giusta: pare un certo Morél, un reverendo dalle doti sensitive molto spiccate.

Tuttavia, il revendo sa poco (o dice poco; a malapena consapevole delle sue potenzialità): Alakim potrà cercare informazioni in alcuni libri che, al momento, si trovano in una libreria gestita da un amico di Morél, la Plume d’Oie. Ma lì Alakim trova un’ospite inaspettato, la sua follia omicida prorompe e la povera Nicole, nipote del proprietario, rischia di subirne le conseguenze. Nonostante questo, i libri sono adesso nelle mani di Alakim… manca solo di decifrarli e trovare l’Invocantes.

Ed è da questo momento che la situazione precipita. Angeli e demoni, patti con il demonio, invocantes, corruzione, redenzione, libero arbitrio. In tutto questo, resterà coinvolta irreparabilmente anche la stessa Nicole.

logo commento

L’idea di base è davvero molto originale, sviluppata tuttavia attraverso meccanismi nella trama e connessioni tra i personaggi prevedibili. Manca un po’ di trepidazione nella narrazione, tendenzialmente lenta. Il progetto generale è molto curato e studiato, anche se la storia è priva di un certo mordente che la elettrizzi (e, di contro, per i miei gusti, abbondano un po’ troppo le sequenze erotiche ed i riferimenti e le descrizioni esplicite… comunque, ripeto, si tratta di gusti personali).

I personaggi sono davvero molto curati (e, ovviamente, Alakim è il più particolare e complesso di tutti con questa dualità spiccata e contrastante – insomma, un personaggio davvero ben riuscito… mi ha un po’ ricordato quei personaggi belli, maledetti e controversi alla Anne Rice): non solo quelli principali hanno lo spazio per ricordi passati, emozioni e dolori, ma anche ai secondari è dedicata molta attenzione e la costruzione delle loro personalità emerge bene per ognuno di loro (anche per personaggi mai presenti sulla scena, come Elizabeth, la madre di Nicole). L’attenzione alle storie personali, alle esperienze passate e ai modi di fare non solo dei protagonisti, ma anche dei caratteri secondari è davvero lodevole. Tuttavia, sebbene il carattere dei personaggi appaia in alcuni punti ben definito, in altri sembra quasi che si decida di andare contro alla loro stessa natura e/o al comune buon senso.

Gli ambienti (molto vari), sia interni che esterni, sono davvero ben descritti e non solo a livello visivo. L’atmosfera, infatti, si crea attorno ai personaggi anche grazie l’ausilio di suoni, sensazioni e musiche che l’autrice inserisce nei vari spazi. Insomma, lo “sfondo” su cui i protagonisti si muovono è molto ben definito.

Infine, devo dire di essere rimasta piacevolmente sorpresa su come questa storia è scritta: molto bene. So che non mi dovrei sorprendere, ma non è facile trovare (anche in autori che pubblicano con grandi CE) una dimestichezza e padronanza della lingua (che ritengo uno dei tratti fondamentali per uno scrittore). Qui, le ho trovate entrambe: linguaggio fluido e consapevole.
Tutto considerato, si tratta davvero di un’interessante lettura con una particolare ‘rivisitazione’ di uno dei passaggi fondamentali della Bibbia e del credo cristiano.

valutazione alakim luce dalle tenebre


Hai letto "Alakim Luce dalle tenebre"? Che ne pensi?

View Results

Loading ... Loading ...
Precedente Life and Death: novità per i fans di Twilight Successivo Orgoglio e Pregiudizio Zombie: l'adattamento cinematografico
  • lostupendomondodeilibri

    Devo dire che questi libri non mi attirano più di tanto ..non sono il mio genere:/

    • Oh, mi spiace che non ti piaccia il genere, perché si tratta di una lettera interessante!