Acquisti: La teoria del tutto

Sapevamo tutti che non avrei saputo resistere… Quindi, vi presento il nuovo inquilino di casa mia:

in libreria e al cinema

Ovviamente, si tratta di un eBook (eccovi spiegato il motivo per cui manca la mia ormai classica foto spastica con le costole dei libri… =p). E non aggiungo molto altro, perché in queste ultime settimane, vi ho già ammorbato abbastanza.

Le uniche due cose:

  1. Per chi fosse interessato, l’acquisto (va da sé) che l’ho effettuato su Amazon.it (…squadra che vince non si cambia), al prezzo di 9,99€. L’eBook, però, è disponibile, sempre allo stesso prezzo anche su ibs.it, lafeltrinelli.it.

    Il cartonato, invece, ha un prezzo di copertina di 19,50€, ma, sui siti che vi ho segnalato sopra, si può trovare a 16,57€.

  2. Breve estratto dalle prime pagine: “La storia della mia vita con stephen Hawking cominciò nell’estate del 1962, anche se può darsi che fosse iniziata una decina di anni prima senza che io ne fossi consape- vole. Quando all’età di sette anni entrai alla st albans High school for girls, nei primi anni Cinquanta, per un breve periodo nell’aula accanto ci fu un bambino con una lunga frangia castana dorata seduto accanto al muro. la scuola accettava anche maschi, come mio fratello Christopher che era tra i piccoli, ma io vedevo il bambino con la frangia solo nei casi in cui, in assenza del nostro maestro, noi del primo anno dovevamo stringerci nella stessa aula dei più grandi. non ci siamo mai parlati, ma sono certa che questo primo ricordo sia affidabile, perché stephen fu allievo di quella scuola per un semestre prima di andare in una scuola ele- mentare privata a qualche chilometro di distanza. Le sorelle di stephen erano più riconoscibili, perché ri- masero in quella scuola più a lungo. Di soli diciotto mesi più giovane di stephen, Mary, la maggiore delle due, era una figura decisamente eccentrica: paffuta, sempre scar- migliata, distratta, dedita ad attività solitarie. la sua dote principale, una carnagione luminosa, era mascherata da spessi occhiali che non le donavano. Philippa, di cinque anni più giovane di stephen, era sveglia, nervosa ed ecci- tabile, con treccine bionde e una faccia tonda e rosea“. […]

Terminata la mia attuale lettura, questa è la prossima in lista!

Precedente Madame Bovary si fa moderna! Successivo Concorso: Pubblicati su La Stampa